Calcio

Serie A. Domani Cagliari-Juventus e Napoli-Parma

I due anticipi della 16° giornata programmati di giovedì perché lunedì 22 dicembre Juve e Napoli si contenderanno la Supercoppa di Lega a Doha.

zeman-campo

Roma, 17 dicembre – La 16° giornata di campionato, in programma tra sabato 20 e domenica 21 dicembre, vivrà domani sera due anticipi importanti, dovuti all’impegno di Juventus e Napoli nella Supercoppa di Lega, che da agosto venne spostata a lunedì 22 dicembre e che si giocherà addirittura a Doha, negli Emirati Arabi. Vista la lunga trasferta, dunque, bianconeri ed azzurri anticipano le rispettive partite di tre giorni. I primi saranno di scena a Cagliari alle 19.00; i secondi (in crisi) riceveranno la visita del fanalino di coda Parma al San Paolo alle 21.00. A Cagliari-Juve, ovviamente, guarderà con interesse anche la Roma, salita ad un solo punto dai torinesi e impegnata sabato sera in casa contro il Milan. E poi sulla panchina dei sardi siede quello Zeman che con la Juve ha sempre il dente avvelenato, tanto che in conferenza sottolinea: “Quella contro i bianconeri per me è una partita speciale da venti anni”.

Poi, tornando sul match di domani, afferma: “Loro sono tutti forti, ma noi, se concentratissimi, abbiamo il potenziale per giocarcela con tante squadre. Loro hanno vinto tantissimo e sappiamo di trovarci di fronte ad una gara difficile, ma abbiamo il dovere di provarci con tutte le nostre forze. E poi contro la Juventustutti trovano le motivazioni giuste. Dovremo giocare su ogni pallone e compiere meno errori possibile, sia dietro che nelle ripartenze e servirà applicazione per evitare che loro giochino a una porta come fanno quasi con tutti”.

Chi stavolta sarà costretto a vincere per allontanare i venti di crisi è il Napoli. Anche perché l’altra sera, alla cena di Natale, De Laurentis è stato chiaro: “Ci ho messo la faccia e non vado via, ma alla squadra non farò più sconti, anche se io e Benitez siamo la coppia vincente del Napoli”.

Tutto bello, ma siamo sicuri che se i risultati continuassero a non arrivare si metterebbe male anche per il tecnico, oltre che per i calciatori azzurri. Dunque Parma da battere a tutti i costi e poi via verso l’avventura della Supercoppa.

Back to top button