Calcio

Coppe Europee: tutte promosse meno una.

Solo l'Inter manca l'en-plein delle italiane.

Roma, 10 dicembre 2020.

Coppe europee: 6°e ultima giornata.

Si chiude la prima tornata dei due tornei continentali, relativamente ai gironi di qualificazione, con un bilancio tutto sommato lusinghiero per le italiane se non fosse che l’unica eliminata è l’opulenta Inter dell’enigmatico mister Conte.

Promossi Champions:

l’Atalanta, 0-1 fuori casa contro l’Ajax, per il secondo anno consecutivo approda agli ottavi di una Champions che l’ha vista vincere in tutte e tre le trasferte del proprio girone.

Tra gli scalpi degli orobici ci sono Liverpool e come detto l’Ajax a certificare una crescita ed una consapevolezza internazionale, in barba anche alle ultime polemiche interne.

La Lazio, 2-2 in casa contro il Bruges, dopo vent’anni entra negli ottavi da imbattuta del proprio girone nonostante il brivido finale con una provvidenziale traversa che ha salvato i biancocelesti dalla sconfitta.

Parlare di impresa è sempre esagerato ma dobbiamo dire che Inzaghi ha pilotato i suoi in mezzo a tanti problemi, tra infortuni e covid, con buone prospettive di crescita futura.

La Juventus, 0-3 in trasferta a Barcellona, ha centrato un primo posto nel proprio girone insperato che potrà portare qualche beneficio nel sorteggio degli ottavi.

Quello che ha stupito è stato l’atteggiamento dei bianconeri che hanno aggredito da subito, nel loro tempio, i blaugrana con una formazione quadrata e propositiva.

Forse mister Pirlo comincia a capire come funziona il mestiere dell’allenatore.

Bocciati Champions:

Non possiamo non mettere l’Inter, 0-0 al Meazza contro lo Shakhtar, che saluta la Champions ed anche l’Europa League da ultima del girone!

In Europa non basta il furore agonistico. La mancanza di una ricerca di alternative di qualità ha condannato i nerazzurri ed il loro stralunato mister Conte.

Come parziale consolazione accomuniamo all’Inter la fuoriuscita del Manchester United.

 

Promossi Europa League:

Tutte e tre le italiane passano il turno e tutte e tre al primo posto, ognuno nei propri gironi.

La Roma, 3-1sconfitta a Sofia col Cska, era quella già matematicamente al sicuro e si è permessa il lusso di testare un po’ di ragazzi del settore giovanile.

Il Napoli, 1-1 in casa contro la Real Sociedad, ha ribadito concentrazione e voglia di giocare vincendo il gruppo F eliminando gli olandesi dell’AZ gli unici a batterli ad inizio torneo.

Il Milan, 0-1 in trasferta a Praga contro lo Sparta, anche ha centrato il primo posto del girone H soffiandolo al Lilla giocando in scioltezza con quasi tutte seconde linee.

Milan e Napoli hanno dimostrato carattere e hanno nobilitato la partecipazione all’Europa League, cosa che non sempre hanno fatto le squadre italiane.

Anche la Roma ha fatto bene superando qualche problema d’organico durante il percorso e potendo contare su qualche alternativa in più in ottica Campionato.

Appuntamento a lunedì prossimo con i sorteggi per gli ottavi di Champions e i sedicesimi di Europa League, per la ripresa a metà febbraio 2021 dei due tornei continentali.

 

Back to top button