Calcio

Coppe Europee: primo turno in altalena per le italiane.

Ricomincia la kermesse internazionale, dopo i fasti estivi della Nazionale.

Roma, 16 settembre 2021.

Si è concluso il primo dei sei turni delle coppe internazionali, spalmate come al solito in tre giorni, con un bilancio in chiaro-scuro per le squadre italiane.

Per la Champions una vittoria per la Juventus, 0-3 contro i modesti svedesi del Malmoe, un pareggio per l’Atalanta, 2-2 contro il Villareal, due sconfitte per le milanesi.

Quest’ultime avevano le gare più dure, rispettivamente l’Inter in casa col Real Madrid 0-1 e il Milan in trasferta a Liverpool 3-2.

Detto della Juventus che ha preso un brodino, l’Atalanta contro i vincitori dell’ultima Europa League ha combattuto riprendendo nel finale una partita che l’aveva vista inizialmente in vantaggio.

L’Inter ha comandato l’incontro per un’ora abbondante, con buon protagonista il portiere Courtois del Real, poi un calo atletico ha consentito agli uomini di Ancelotti di sbancare il Meazza al 89°.

Il Milan, dopo lo svantaggio iniziale e aver rischiato di esser travolto nei primi 35 minuti, è riuscito a chiudere il primo tempo in vantaggio per 1-2 ma nella ripresa il ruggito del Liverpool ha prevalso nel ribaltamento per 3-2.

Da segnalare il crollo del Barcellona in casa contro il Bayern per 0-3, il deludente pareggio del Psg contro il Bruges per 1-1, la spettacolare contesa tra ManCity e Lipsia, 6-3 per gli inglesi.

Ancora, il pareggio per 0-0 tra Atletico e Porto, nel girone del Milan, il sorprendente 2-0 degli esordienti moldavi dello Sherif contro lo Shakhtar, nel girone dell’Inter, e la beneficiata del centravanti dell’Ajax Haller, quattro reti segnate, nel 1-5 contro lo Sporting.

Per l’Europa League scivolone della Lazio, seconda sconfitta consecutiva dopo il Milan, fuori casa contro il Galatasaray per 1-0 frutto di una paperazza clamorosa del proprio portiere Strakosha.

Fatica ancora la manovra dei biancocelesti, secondo i dettami del tecnico Sarri, che al di là dell’assimilazione degli schemi e relativi movimenti prescinde da una condizione ancora approssimativa di qualche giocatore.

Si era messa male anche per il Napoli, sotto di due reti in trasferta a Leicester, che però nella seconda parte della ripresa con una doppietta di Osimhen ha recuperato legittimando il 2-2 finale.

Nel girone C del Napoli e nel gruppo E della Lazio le altre gare hanno visto due pareggi, quindi ancora tutto in ballo per il prosieguo del loro cammino.

Nella neonata Conference League Roma travolgente nell’esordio casalingo contro il Cska di Sofia per 5-1.

Tutto bene, nonostante lo svantaggio iniziale, per una squadra in fiducia che paradossalmente non ha accontentato del tutto il tecnico Mourinho.

Appuntamento tra due settimane per il secondo turno.

 

 

Back to top button