Calcio

Copa Libertadores 2014: Papa-Gol

La squadra per cui tifa Papa Francesco per la prima volta giocherà per la prima volta nella sua storia la finale della Libertadores.

Avere appoggi in ambienti altolocati si sa che aiuta. Sia in Italia che nel resto del mondo. Se poi si ha la fortuna di avere un Papa come tifoso è anche meglio anche se  con i Mondiali, educatamente,  ha dato la precedenza al Papa Benemerito!

Scherziamo, ovviamente, e Papa Francesco, che è uomo di spirito, ci perdonerà.

Ma la notizia che la squadra argentina per la quale ha sempre tifato, il San Lorenzo de Almagro, sia arrivata per la prima volta nella sua storia a disputare la finale della Copa Libertadores 2014 (la Champions del Sudamerica) proprio ora che lui è Papa,  era troppo golosa per non indurci alla battuta.

E visto che il Santo Padre ci sta anche molto simpatico gli promettiamo che tiferemo per i suoi, che dovranno vedersela con i paraguaiani del Nacional, anche loro alla prima finale della propria storia.

Per la seconda volta nella competizione, invece, la Libertadores sarà contesa tra una squadra argentina e una paraguaiana, a conferma dell’anno terribile del Brasile, che dopo la delusione dei mondiali casalinghi non è riuscito a qualificare nessuna delle sue celebri squadre alla finale del torneo per club più importante del Sudamerica. Quest’ultima, prevista dal regolamento in gara di andata e ritorno, si disputerà tra due settimane: mercoledì 6 agosto in casa del Nacional, in Paraguay; mercoledì 13 agosto sul campo del San Lorenzo, in Argentina.

Siamo sicuri che Papa Francesco, nonostante i suoi molteplici impegni, farà il possibile per dare una “sbirciatina”.

Back to top button