Calcio

Champions. Roma beffata al 93’

Punizione-gol di Totti e pari russo a 15 secondi dalla fine. LE PAGELLE

Roma, 25 novembre – Una vittoria buttata al vento proprio quando ormai tutto sembrava fatto, grazie alla splendida punizione segnata da Totti al 43’ del primo tempo. Per di più a 15 secondi dalla fine del terzo minuto di recupero e per un cross che tutto era meno che un tiro in porta. Peccato, perché i giallorossi hanno avuto davvero la qualificazione anticipata a portata di piede, ma l’hanno sprecata chiudendosi troppo nel finale, quando invece avrebbero dovuto tenere su la palla. Se i giallorossi avessero giocato con più coraggio, anziché con l’idea di amministrare il risultato fino alla fine, probabilmente avrebbero vinto. Invece ora la qualificazione se la giocheranno in casa con il Manchester City nell’ultimo turno. E nel calcolo delle possibilità di passare il turno entrano ora tutta una serie di conteggi che diventa inutile fare ora.

LE PAGELLE DELLA ROMA

DE SANCTIS 5,5

Sul traversone che porta all’1-1 si fa ingannare dai due veli dei russi davanti a lui, ma un portiere di esperienza come lui forse poteva prevedere la traiettoria della palla. Nel primo tempo salva la porta uscendo bene su Doumbia.

FLORENZI 6,5

Buona partita per uno che è stato riciclato terzino destro per le assenze, anche se qualche volta è parso troppo impreciso sia nelle coperture che nel tenere troppo il pallone.

MANOLAS 6,5

Gioca benissimo, lasciando nulla agli attaccanti russi.

ASTORI 6,5

Come Manolas è molto concreto e difficile da superare.

HOLEBAS 6,5

Una buona prestazione per il greco, che su quella fascia si conferma il migliore di quelli a disposizione di Garcia. Evita l’1-1 al 90’.

NAINGGOLAN 7

Un’altra gran partita del belga, che ha il solo torto di calciare a lato il pallone del possibile 2-0 dopo un’ottima incursione in area. Per il resto non sbaglia nulla.

DE ROSSI  6,5

Recupera un’infinità di palloni, ma è anche troppo impreciso nei passaggi.

KEITA 7

Anche a Mosca si conferma gran signore del centrocampo. Senso tattico, piedi illuminati e intelligenza sopraffina.

GERVINHO 5

Probabilmente il freddo lo ha stordito. Non sappiamo. Di certo non era lui. Accelerazioni inconsistenti, controlli sbagliati, mai pericoloso. Capita.

TOTTI 8

Lanci illuminanti, passaggi di classe e una punizione strepitosamente bella. Semplicemente Totti. il migliore.

LJAJIC 5,5

Meglio nel secondo tempo che nel primo, ma si mangia il gol del 2-0 calciando troppo sul portiere, che para di piede. Un errore che alla fine peserà moltissimo.

ITURBE 5

Non entra in partita e perde troppi palloni che, invece, avrebbe dovuto tenere per far respirare la difesa. Compreso quello a 30 secondi dalla fine da cui, poi, nasce il gol dei russi.

STROOTMAN sv

Non gli diamo un voto perché è apparso ancora molto lontano dalla forma migliore. Forse era meglio non metterlo.

PJANIC sv

Mandato in campo a tre minuti dalla fine per Ljajic non ha il tempo di far vedere i suoi colpi.

GARCIA 6

Toglie Pjanic preferendo affrontare il CSKA con un centrocampo più robusto e la scelta ci sta. Ma poi mette Strootman, che appare ancora lontano dalla forma migliore, nel momento in cui i russi attaccano e chiudono la Roma nella sua metà campo. Se il CSKA non segna a 15 secondi dalla fine, però, tutti i giudizi cambiano. Buona la scelta di Florenzi terzino.

Close