Calcio

Champions League – semifinale. Applausi!

Roma, 2 maggio 2018 – La Roma esce a testa altissima dalla Champions League. Batte 4-2 il Liverpool nella semifinale di ritorno, ma paga il 5-2 subito in Inghilterra all’andata. Peccato, perché i ragazzi di Di Francesco ce l’hanno messa tutta per ribaltare quella sconfitta pesantissima, ma un palo di El Shaarawy, al 35’ (sul 2-1 per i Reds), un rigore negato per un fallo di mano di Alexander (che nell’occasione andava anche espulso) su tiro dello stesso El Shaarawy, uno dei migliori, al 63’ (sul 2-2) e i soliti regali in difesa li hanno puniti.

I due gol del Liverpool, infatti, sono nati da un retropassaggio laterale errato di Nainggolan quello di Manè al 9’ (0-1) e su un retro assist di testa di Dzeko al 26’ quello di Wijnaldum (1-2). A parziale scusante del bosniaco la spinta che ha ricevuto quando era in elevazione.

In mezzo l’autogol di Milner (al 15’) grazie al quale la Roma si era momentaneamente portata sull’1-1.

Nella ripresa Dzeko pareggia al 52’, la Roma spinge ma non segna fino agli ultimi minuti, quando Nainggolan segna una doppietta (86’ e 93’, questo secondo gol su rigore) che regala la vittoria ai giallorossi, ma non la qualificazione.

Se queste ultime due reti fossero arrivate prima, chissà.

Però la Roma esce bene lo stesso dalla Champions. È terza in Europa insieme al Bayern Monaco e ha solo il rammarico di aver propiziato almeno quattro reti dei Reds tra andata e ritorno con i suoi errori difensivi o in ripartenza.

Con un po’ più di attenzione la finale si poteva conquistare.

Invece questa sarà Real Madrid-Liverpool. La stessa del 1981, quando finì 1-0 per i Reds.

Infine due parole sulla terna arbitrale: è stata pessima. Rigore ed espulsione del 63’ a parte, c’è anche un fuorigioco segnalato a Dzeko (che non era in offside) che poi è stato atterrato da Karius. Sarebbe stato penalty per la Roma.

Insomma, in Europa il calcio italiano continua fortemente ad essere penalizzato.

E il designatore degli arbitri europei è il nostro Pierluigi Collina!

“Credo che è arrivato il momento che il calcio italiano cominci ad alzare la voce” dice il ds giallorosso Monchi a fine gara.

Rivisto tutto vagli a dare torto!

Tags
Close