Calcio

Champions League – Roma, un pari da grande squadra

Primo gol in Inghilterra di Totti che dice: “Il pari ci va stretto”.

Roma, 30 settembre – La Roma strappa un ottimo pareggio per 1-1 sul campo del Manchester City, con Totti che al 23’ risponde al rigore segnato da Aguero al 4’. Ma soprattutto i giallorossi si dimostrano all’altezza degli inglesi, a tratti apparsi perfino intimiditi. Una bella prestazione per la squadra di Garcia che Totti ha riassunto così ai microfoni di Sky a fine partita: “E’ un pareggio che va stretto alla Roma perché le occasioni più nitide le abbiamo avute noi. Dopo il rigore subito all’inizio abbiamo avuto una grande reazione e, giocando a pallone, abbiamo disputato una grande partita. Miriamo a passare il turno e possiamo riuscirci”.

Nell’altra gara del girone della Roma il Bayern Monaco ha vinto 1-0 a Mosca contro il CSKA con un rigore di Mueller. Classifica: Bayern Monaco 6; Roma 4; Manchester City 1; CSKA Mosca 0

ALTRI RISULTATI

Gruppo F: Psg-Barcellona 3-2, Apoel-Ajax 1-1

Gruppo G: Sporting Lisbona-Chelsea 0-1, Schalke-Maribor 1-1

Gruppo H: Shakhtar Donetsk-Porto 2-2, Bate Borisov-Athletic Bilbao 2-1

LE PAGELLE DELLA ROMA

SKORUPSKI 6

Non fa rimpiangere l’infortunato De Sanctis nelle poche occasioni in cui è impegnato.

MAICON 5,5

Mezzo voto in meno per l’ingenuo rigore che provoca al 3’ su Aguero e per alcune chiusure non efficaci. Colpisce la traversa, ma avrebbe dovuto passare il pallone al centro.

MANOLAS 6

Sufficiente anche se soffre molto il duello con Aguero.

YANGA-MBIWA 7

Una gara da gigante contro i campioni in carica di quella Premier nella quale non aveva entusiasmato. Dalle sue parti non è passato nessuno.

COLE 6

Mezzo voto in più perché nel finale salva la propria porta stoppando un’azione del City. Ma può fare molto di più.

NAINGGOLAN 7

Lotta, combatte ed esce stremato dal campo. Uno dei migliori.

KEITA 7

La Roma si impone a centrocampo sul City soprattutto grazie alla sua intelligenza tattica. Non perde un duello (anche se l’arbitro gli fischia troppi falli contro) e non sbaglia un pallone. Stratosferico.

PJANIC 6,5

Fallisce due palle-gol in un minuto (52’), ma offre un grosso contributo alla costruzione del gioco. Però quei palloni gridano vendetta.

GERVINHO 6

E’ sempre sul punto di diventare decisivo, ma non sboccia. Però per gli inglesi è una spina nel fianco.

TOTTI 7

Solo il gol, bellissimo, vale il prezzo del biglietto. Poi un assist a Maicon (traversa) e un tiro fuori di poco. A 38 anni e 3 giorni diventa il giocatore più “vecchio” ad aver segnato in Champions.

FLORENZI 6,5

Una partita di grande dedizione alla causa e immenso sacrificio tattico e fisico.

ITURBE 6

Un quarto d’ora per dimostrare di essere recuperato

HOLEBAS sv

TOROSIDIS sv

GARCIA 7

La sua Roma strappa un ottimo pareggio su uno dei campi più difficili d’Europa giocando bene e imponendosi ai campioni d’Inghilterra. Una impressionante dimostrazione di forza per la quale il mister ha i meriti principali. E’ lui che ha dato questa bella mentalità alla squadra, continuando, tra l’altro, ad indovinare tutti i cambi.

Back to top button