Calcio

Champions. Juve di rigore, Roma presa a pallonate

Roma, 19 settembre 2018 – La Juventus vince 2-0 a Valencia con due rigori trasformati da Pjanic, ma la notizia della serata bianconera è l’espulsione diretta di C.Ronaldo al 29’ sull’1-0 per fallo su Murillo. Il portoghese esce dal campo in lacrime visibilmente scosso. Per la Juve è comunque una grande notte, perché seppur in dieci e senza il suo uomo migliore, vince in trasferta su un campo difficile e inizia benissimo il suo cammino.

Nell’altra partita del girone il Manchester Unied ha vinto 3-0 in Svizzera sul campo dello Young Boys con doppietta di Pogba e gol di Martial.

A Madrid la Roma è stata presa a pallonate dal Real, che la batte 3-0 solo perché il tanto vituperato Olsen ha parato tutto quello che poteva. Ma poco può fare un portiere che ha davanti difensori statici e fuori condizione (Fazio irriconoscibile), ma anche poco protetti dal centrocampo, dove il solo De Rossi cerca di mettere pezze ovunque. Inguardabile Nzonzi. Male Under, male Kolarov (irriconoscibile anche lui), malissimo El Shaarawy, troppo solo Dzeko. Benino il baby Zaniolo (19 anni), considerata l’età e il debutto assoluto nel grande calcio al Bernabeu e contro il Real. Come fu per De Rossi anche lui ha esordito prima in Champions che in campionato.

Nell’altra partita del girone Viktoria Plzen e CSKA Mosca hanno pareggiato 2-2. Una buona notizia per la Roma, che si è tolta la trasferta più difficile del calendario, ma che dovrà ritrovarsi in fretta per ricominciare a vincere. Anche se la grinta che ha perso in campo con le cessioni di uomini di peso come Strootman e Nainggolan si sente eccome.

 

Back to top button