Calcio

Anticipi 32° serie A: Juve rimandata, Milan di rigore.

La Roma rimane in scia per la Champions.

Roma, 13 aprile 2019

Tre gli anticipi della 32° giornata di serie A, con l’aspettativa del conseguimento dell’ottavo scudetto consecutivo della Juventus che però ha vissuto di un inaspettato stop per la gagliarda prova della Spal che ha vinto in rimonta per 2-1, reti di Kean, Bonifazi e Floccari.

I campioni uscenti, alle ore 15, non hanno assolutamente snobbato la gara tanto da andare in vantaggio nel primo tempo seppur con tante seconde e terze linee, con qualche giovanotto interessante; del resto le scelte di Allegri erano ovviamente incentrate all’impegno di martedì prossimo nel decisivo incontro di ritorno nei quarti di Champions contro l’Ajax.

La partita delle ore 18 tra Roma e Udinese ha visto il successo dei giallorossi per 1-0, goal di Dzeko, in un match risolto a metà ripresa dopo qualche patema subito dai padroni di casa. Ranieri cambia la formazione nel secondo tempo con Florenzi e Pellegrini, in luogo di Juan Jesus e Schick, dando un po’ più di vivacità alla manovra e rischiando su un palo di De Maio, poi un’invenzione di El Shaarawy consente al centravanti bosniaco di tornare al goal dopo quasi un anno all’Olimpico.

Il big-match delle 20,30 al Meazza ha visto prevalere il Milan sulla Lazio per 1-0, Kessie su rigore, con forti polemiche nel concitato finale della partita dopo il penalty assegnato ai rossoneri ed una massima punizione chiesta dalla Lazio e non concessa.

La gara è stata equilibrata ed in più di un’occasione, nel primo tempo, sono stati maggiormente i biancocelesti ad essere più squadra, con due grosse occasioni sciupate da Immobile contro una avuta da Piatek. La ripresa ha avuto un carattere più attendista, nel timore di tutte e due le squadre di compromettere la partita, ed è esplosa nell’ultimo quarto d’ora con la concessione, giusta, del rigore al Milan in seguito ad un ingenuo fallo di Durmisi, subentrato a Lulic, su Musacchio; un minuto prima il VAR ha correttamente annullato un rigore a favore dei rossoneri per un mani aderente al corpo di Acerbi, mentre nel recupero non si ritenuto di dover consultare la moviola (?) su un dubbio intervento in area di Rodriguez su Milinkovic.

Tradotto in soldoni la Lazio a sei giornate dalla fine, più il recupero di mercoledì prossimo con l’Udinese, credo non abbia più grosse possibilità di centrare il quarto posto e finchè non si penserà di costruire un organico con giocatori VERI la Champions i sostenitori biancocelesti la vedranno solo in televisione….

Domani completamento della 32° di serie A con, tra le altre, il derby di Genova e Frosinone-Inter in serata.

Tags
Close