Calcio

Amichevole Italia-Olanda. Il debutto di Conte.

Per la gara di esordio del nuovo Ct un test-match di lusso contro gli orange a Bari.

Roma, 3 settembre – Giovedì 4 settembre è una data che Antonio Conte non dimenticherà mai. In questo giorno, alle 20.45, esordirà come Ct dell’Italia nell’amichevole contro l’Olanda.

Una storia che prenderà il via dallo Stadio San Nicola di Bari, città cara al tecnico pugliese, che qui vinse il campionato di B con la squadra locale. E non è un caso se sugli spalti saranno presenti in cinquantamila. Una bella soddisfazione per l’ex allenatore juventino, che è anche il primo meridionale a ricoprire la carica di Ct unico dell’Italia e che spera di rendere la serata indimenticabile ottenendo un buon risultato. Anche perché gli azzurri non vincono la gara di esordio del nuovo allenatore addirittura da sedici anni, ovvero dal 1998, quando con l’allora neo Ct Dino Zoff sconfissero per 2-0 il Galles il 5 settembre. Da allora pareggi per Trapattoni e il secondo Lippi e sconfitte per quest’ultimo, nella prima gara in assoluto disputata sulla panchina azzurra (2-0 in Islanda il 18 aprile 2004), Donadoni e Prandelli.

«Io faccio gli scongiuri – dice a tal proposito il Ct – a nessuno piace perdere, anche se in alcune occasioni partire con una sconfitta poi ha portato a vincere il Mondiale. Cercheremo di iniziare bene, è un’amichevole contro una squadra forte, ma abbiamo voglia di fare delle cose fatte bene. In questo tre giorni di ritiro ho visto un atteggiamento positivo e propositivo. C’è grande senso di responsabilità da parte di tutti, sappiamo che è un momento difficile per il Paese e vorremmo, con la Nazionale, contribuire a renderlo più leggero, rendendo orgogliosi gli italiani».

Come tutti i Ct che lo hanno preceduto anche Conte dovrà confrontarsi con i troppi stranieri presenti nel nostro campionato che tolgono spazio vitale ai giocatori italiani, rendendo praticamente impossibile la crescita dei nostri giovani e le scelte del Ct. In Russia, per cercare di ovviare al problema, il ministro dello sport ha annunciato l’idea di ridurre a sei il numero degli stranieri per squadra in ogni sport. «Io non so che strade si possono percorrere in Italia – dice Conte – ma sono convinto che si cercherà di fare qualcosa per dare più spazio ai vivai e ai calciatori italiani. Questo è molto importante perché sarebbe l’occasione per vedere più italiani in campo, magari quelli più giovani e sarebbe importante».

Poi trapela che contro l’Olanda giocherà Sirigu in porta (Buffon ha dormito poco e male e il Ct vuole approfittare dell’occasione per testare il secondo per novanta minuti), De Rossi e Marchisio a centrocampo (anche lui, stando al Ct, giocherà tutto il match) e Immobile in attacco. El Sharawy dovrebbe essere tenuto a riposo precauzionale perché ha problemi ad una caviglia.

Back to top button