Calcio

Serie A. Allungo Juve

pirlo juve 2015I bianconeri battono l’Atalanta 2-1 in rimonta e si portano a +10 sulla Roma, che giocherà domenica pomeriggio a Verona contro l’Hellas.

Roma, 20 febbraio – Contro l’Atalanta la Juve va sotto, rimonta, soffre e vince, aumentando il suo vantaggio sulla Roma, ora sotto di dieci punti. Se anche i giallorossi dovessero vincere domenica a Verona contro l’Hellas (ore 15.00) tornerebbero a -7 dai bianconeri.

Uno svantaggio enorme che sarebbe colmato solo in parte (e probabilmente in modo non decisivo) nel caso in cui, nel turno successivo, la squadra di Garcia dovesse aggiudicarsi lo scontro diretto all’Olimpico, previsto per lunedì 2 marzo.

Il nostro lungo prologo serve a spiegare come e perché la vittoria di stasera della Juve possa essere considerata quasi decisiva in chiave scudetto. Un vantaggio così enorme sulla seconda la garantisce anche da una eventuale sconfitta a Roma, dandole quella sicurezza indispensabile per affrontare con serenità lo scontro diretto in trasferta.

Poi c’è il carattere dimostrato per l’ennesima volta dai bianconeri, che dopo essere andati sotto per un gol di Migliaccio (25’), hanno saputo riconquistare la partita prima con Llorente (39’, ma la rete è viziata dal fuorigioco attivo di Tevez) e poi con Pirlo, autore di un gol strepitoso al 45’. Ora la squadra di Allegri potrà concentrarsi sulla partita di Champions con il Borussia Dortmund. Un appuntamento segnato in rosso sull’agenda del club torinese, che quest’anno vuole assolutamente andare avanti nella coppa europea più importante.

Back to top button