Calcio

9° giornata di serie A: risveglio delle romane!

Frenano le favorite, per il titolo c'è anche l'Atalanta.

Roma, 27 ottobre 2019. Una giornata, la nona di serie A, che sembrava certificare i risultati più ovvi e che invece ha presentato delle sorprese come i tre pareggi che hanno inchiodato le tre favorite per la corsa al titolo. Sabato 1-1 della Juventus a Lecce e 2-2 casalingo dell’Inter contro il Parma, mentre oggi pomeriggio un’ottima Spal ha bloccato il Napoli per 1-1 che non ha ripetuto l’exploit di mercoledì scorso in Champions.

Nella solita spalmatura iniziata venerdì il Sassuolo ha battuto fuori casa il Verona per 0-1, col redivivo Genoa che sabato ha ripreso ossigeno vincendo per 3-1 contro il Brescia; positivo il debutto in panchina di Thiago Motta al posto dell’esonerato Andreazzoli.

La sarabanda domenicale è iniziata col successo del Bologna sulla Sampdoria per 2-1, con a seguire la torrenziale Atalanta che ha travolto l’Udinese per 7-1, tripletta di Muriel, il tonico pareggio tra Torino e Cagliari per 1-1 e come detto il pari e patta del Napoli.

Il tardo pomeriggio e la sera sono stati appannaggio delle romane con la Roma che ha avuto ragione del Milan per 2-1, Dzeko, Hernandez e Zaniolo, e la Lazio che sbanca il Franchi sul filo di lana per 1-2 contro la Fiorentina, Correa, Chiesa e Immobile.

I giallorossi, ancora con parecchie defezioni, tengono bene il campo ed inguaiano i rossoneri di Pioli ancora in imbarazzo su alcuni aspetti tecnici; la vecchia guardia Dzeko e Kolarov non tradisce mai ma di notevole spessore è stata la prestazione di Veretout con la sorpresa Pastore tonico e reattivo per tutti i 90 minuti.

La Lazio, nonostante le fatiche scozzesi, ha giocato una partita di qualità dimostrando di aver più voglia di vincere dei Viola e stavolta i cambi di Inzaghi sono stati decisivi perchè Parolo ha surrogato un Milinkovic in ombra e soprattutto Lukaku che ha messo al centro il cross decisivo per il goal di Immobile e di seguito il passaggio decisivo per Luis Alberto che poi ha generato il rigore fallito da Caicedo.

Ad un quarto del torneo possiamo dire che a buon diritto l’Atalanta è da considerare in corsa per lo scudetto, per lo meno tra le compagini che stanno lì a ridosso delle super-favorite tenendo presente che entro un mese potrebbe dedicarsi in pieno al campionato per la probabile eliminazione dalla Champions. Stesso discorso, relativo alla zona Europa, per il Cagliari che ha saputo investire nel mercato estivo con competenza e tempestività visti anche gli infortuni ad agosto di due capisaldi coma Cragno e Pavoletti.

Da martedì a giovedì prossimi turno infrasettimanale con in evidenza Udinese-Roma, Napoli-Atalanta e Lazio-Torino.

Classifica dopo la 9° giornata:

Juventus, 23; Inter, 22; Atalanta, 20; Napoli, 17; Roma, 16; Lazio e Cagliari, 15; Parma, 13; Fiorentina e Bologna, 12; Torino, 11; Milan e Udinese, 10; Sassuolo e Verona, 9; Lecce e Verona, 8; Brescia e Spal, 7; Sampdoria, 4.

 

 

Guarda anche
Close
Back to top button