Calcio

33°giornata Serie A: Promossi e Bocciati.

Inter quasi in metà, risveglio Lazio, Juventus nell'oblio.

Roma, 26 aprile 2021

33°giornata di serie A: Promossi e Bocciati.

Trentacinque reti sono il compendio della 33°giornata della serie A con le lotte Champions e salvezza mai come quest’anno avvincenti ed incerte.

Promossi:

Ancora L’Inter che batte per 1-0 il Verona con un altro goal dell’amuleto Darmian ed accelera per l’acquisizione matematica del suo 19° scudetto.

Solito pragmatismo dei nerazzurri, difesa ermetica e sfruttamento cinico delle minime occasioni, con 8 punti in più rispetto all’anno scorso e 11 attuali sulla seconda in classifica.

L’Atalanta che travolge il malcapitato Bologna per 5-0 non è più una notizia ed è l’ennesima conferma di come si possa programmare nel calcio senza avere alle spalle sceicchi, fondi e multinazionali varie.

La Lazio, convincente nel 3-0 casalingo contro il Milan, che riprende un discorso ancora aperto per tentare di arrivare alla qualificazione Champions.

C’era un solo risultato per i biancocelesti ed è stato conseguito con una prestazione di squadra e di alcuni singoli di spessore, acuendo rimpianti per un torneo che poteva essere gestito meglio con un parco giocatori più adeguato.

Il Sassuolo, vincente per 1-0 sulla Sampdoria, valorizza il suo finale di campionato dopo le critiche di qualche tempo fa sull’impegno profuso e da profondere.

Il Cagliari, alla terza vittoria consecutiva, vince per 3-2 contro la Roma e rivede la luce agganciando al terzultimo posto il Benevento e il Torino.

L’Udinese che vince in trasferta per 2-4 contro il Benevento e si mette in una posizione decisamente più tranquilla.

Il Napoli che batte fuori casa per 0-2 il Torino e raggiunge Milan e Juventus per il 3°/4°posto Champions; anzi se finisse oggi sarebbe addirittura qualificato.

Rimandati:

La Roma sconfitta a Cagliari non è giudicabile, quanto meno nella prospettiva della semifinale d’andata di giovedì prossimo a Manchester.

Troppo scontato criticare le scelte di Fonseca in relazione alla consistenza della propria rosa.

Ci sarà tempo e modo di analizzare i problemi tecnici e strutturali per poter programmare un futuro all’altezza.

Il Bologna solo per il fatto che ha avuto, dopo un ottimo inizio, la sfortuna d’imbattersi nel ciclone Atalanta.

Genoa e Spezia, che si sono affrontate nel derby ligure con vittoria per 2-1 dei rossoblù di Ballardini, che stanno in una sorta di purgatorio in attesa degli scontri diretti finali.

Bocciati:

Su tutte la Juventus che ha pareggiato per 1-1 contro la Fiorentina in trasferta regalando per l’ennesima volta metà gara agli avversari.

In un momento di grossa riflessione per il presidente Agnelli c’è da capire se vale la pena di concedere un’altra possibilità a Pirlo come allenatore, oltre a risolvere definitivamente l’equivoco Ronaldo…

Il Torino ed il Milan uniti entrambi per due scivoloni che minano certezze di ripresa per i granata e qualificazione Champions per i rossoneri, che ad oggi ne escluderebbe la partecipazione.

Crotone e Parma, all’unisono, ormai condannate alla retrocessione nonostante il colpo di coda dei calabresi vincenti fuori casa proprio sui ducali per 3-4.

 

Classifica dopo la 33°giornata:

Inter, 79; Atalanta, 68; Juventus, Napoli e Milan, 66; Lazio, 61; Roma, 55; Sassuolo, 52; Sampdoria, 42; Verona, 41; Udinese, 39; Bologna, 38; Genoa, 36; Fiorentina, 34; Spezia, 33; Benevento, Torino e Cagliari, 31; Parma, 20; Crotone, 18.

Torino e Lazio,una partita in meno.

 

 

 

Back to top button