Serie A, 28ma giornata 2018 – Frenata Napoli, balzo Juve, si salva la Lazio. CLASSIFICA

0
54

calcio gagliardini mertens na int 18Roma, 11 marzo 2018 – Giornata molto particolare quella che abbiamo vissuto nella due giorni di campionato, in special modo oggi con la struggente emozione del Franchi dove la Fiorentina ha battuto il Benevento per 1-0, rete di Vitor Hugo.
Gara a tratti surreale con la Viola che ha cercato di onorare la memoria del suo capitano in una trance emotiva pesantissima, con una cornice di pubblico fantastica.
 
Nel pomeriggio vittoria dell’Atalanta a Bologna per 0-1, goal di De Roon, del Crotone in casa contro la Sampdoria per 4-1, reti di Trotta (2), Stoian, aut. Viviano e Zapata, della Juventus contro l’Udinese per 2-0, doppietta di Dybala, del Milan all’ultimo respiro contro il Genoa fuori casa per 0-1, col primo goal in serie A di Andrè Silva e pareggio nello scontro salvezza tra Sassuolo e Spal per 1-1, Antenucci e Babacar su rigore.
 
Pareggio all’ultimo assalto della Lazio a Cagliari per 2-2, Pavoletti, aut. Ceppitelli, Barella su rigore e Immobile,in una partita che ha evidenziato come in questo momento i biancocelesti non sono in una condizione brillante. Non credo si tratti solo di una questione fisica perchè, prima dell’eliminazione in Coppa Italia e susseguente scivolone con la Juventus la Lazio aveva fatto un filotto di tre vittorie consecutive; c’è anche una componente mentale che probabilmente ha bisogno di una scintilla, per esempio giovedì prossimo a Kiev, per far girare la ruota. Una rosa NON qualitativa nei 20-22 giocatori totali è un dato oggettivo, ma per gli approfondimenti ne riparleremo. Da segnalare la prodezza di tacco di Immobile, nel pareggio al 95′, che ha ricordato balisticamente Ibrahimovic contro gli azzurri nell’europeo del 2004 e Roberto Mancini a Parma nel ’99 contro Buffon.
 
In serata al Meazza 0-0 tra Inter e Napoli, con un’ottima prestazione dei nerazzurri, che in settimana hanno festeggiato 110 anni di storia, mai in soggezione nei confronti della ex capolista. Spalletti ha schierato un centrocampo più muscolare, rinunciando a Borja Valero e rilanciando Brozovic, con un buon Candreva ed una difesa attenta mentre il Napoli ha sciorinato il suo solito gioco con molta meno brillantezza e convinzione.
 
Mercoledì prossimo primo recupero, tra i tanti, con la gara tra Juventus ed Atalanta importante ed interessante per la lotta scudetto, con l’oggettiva possibilità di un +4 a favore dei Campioni uscenti.
 
Ecco la CLASSIFICA a dieci giornate dal termine:
Juventus, 71; Napoli, 70; Roma, 56; Lazio, 53; Inter, 52; Milan, 47; Sampdoria, 44; Atalanta, 41; Fiorentina, 38; Torino, 36; Bologna e Udinese, 33; Genoa, 30; Cagliari, 26; Chievo, 25; Crotone, Spal e Sassuolo, 24; Verona, 22; Benevento, 10.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here