Atletica

USA – Mondiali di atletica – A Eugene è subito Jacobs

Stati Uniti ad Eugene (Oregon)

Roma, 14 luglio 2022 – L’attenzione di tutti gli sportivi è tutta rivolta in direzione Stati Uniti che ad Eugene (Oregon) dove si celebrano i primi Mondiali di Atletica Leggera mai disputati negli USA.

La diciottesima edizione dell’evento iridato occuperà l’attenzione del globo per dieci giorni – da venerdì 15 luglio a domenica 24.

In particolare il grosso interrogativo è relativo agli azzurri che nell’ultima grande competizione internazionale (le Olimpiadi di Tokio) un anno fa hanno conquistato cinque medaglie d’oro piazzandosi al secondo posto nel medagliere, dopo gli USA.

Paese quest’ultimo, però, uscito anche lui malconcio per aver subito la superiorità azzurra nelle massime competizione di sprint. Prima i 100 metri, vinti da Marcell Jacobs, quindi la 4×100 maschile vinta dal quartetto azzurro Jacobs, Filippo Tortu, Fausto Desalu, Lorenzo Patta.

Una umiliazione intollerabile per la velocità americana di Giamaica USA, Cuba e dell’arco afro-americano.

Un popolo nato per andare veloce che ora, a casa sua, chiede vendetta.

Eugene è sede della Nike sponsor dell’atletica USA, che viene anche chiamata TrackTown, la città dell’atletica.

Nel suo Campus universitario campeggia l’Autzen Stadium struttura ultra moderna da 30 mila posti a sedere.

Le gare saranno teletrasmesse su tutto il globo. Previsti indici di ascolto eccezionali per via dell’assenza di altra concorrenza sportiva concomitante e l’attesa per un evento rinviato di un anno a causa del Covid.

Nove sono le ore di differenza fra l’Italia e la costa occidentale degli USA. Le gare di pomeriggio-sera più importanti sono programmate nelle ore notturne piene italiane.

Questo potrebbe essere un handicap per Jacobs ed il compagno di avventura il comasco Chituru Ali neo primatista italiano sugli 80 m. e 150 metri.

Naturalmente questo è il problema minore per Jacobs.

Il poliziotte gardenese, dopo aver vinto con record europeo, 6.41, lo sprint mondiale al coperto, ha subito due lievi infortuni (elongazione del bicipite femorale sinistro ed un fastidio al gluteo). Ha dovuto, perciò, riguardarsi rinunciando a gareggiare nel circuito Diamond League, a parte un paio di uscite italiane.

Ora sta bene , ma gli mancano i test in gara al massimo livello.

Semifinali e finale sabato alle ore 3 di notte ed alle 4 e 50 del mattino.

La squadre azzurra affidata al DT Antonio Latorre, è composta da 60 atleti (31 donne e 29 uomini).

191 le Nazioni presenti. Escluse Russia e Bielorussia. I loro atleti gareggeranno su invito personale senza bandiera.

Sono 49 le gare previste.

Per la prima volta verrà stilata-e premiata – una classifica a squadre stilata sull’ordine di arrivo. Prendono punti dal primo all’ottavo.

Giacomo Mazzocchi

Giacomo Mazzocchi, giornalista professionista, è stato capo redattore di TuttoSport, capo della redazione sportiva di Telemontecarlo, direttore della comunicazione della Federazione Mondiale di Atletica Leggera e direttore della comunicazione della Federazione Italiana Rugby. Vanta una vasta esperienza suddivisa fra giornalismo scritto e video con direzione e gestione di giornali, pubblicazioni, redazioni televisive, telecronache, conduzioni e partecipazione televisive. Cura l'organizzazione e produzione tv di eventi e uffici stampa
Back to top button