Sport

Sochi: Superato il bottino di Vancouver 2010. Kostner primo round, chance staffetta biathlon

ANSA – Sochi, 19 febbraio Con il bronzo conquistato nella staffetta dello short track (Arianna Fontana, Lucia Peretti, Martina Valcepina ed Elena Viviani), l’Italia conquista la sesta medaglia a Sochi 2014 e supera il bottino di Vancouver 2010 dove si fermò a quota cinque. Con il bronzo di Peretti, Valcepina e Viviani, sfondato il muro dei 100 medagliati nella storia dell’Italia ai Giochi Invernali. Innerhofer era stato il 99/o, oggi in un solo colpo tre nuove medagliate olimpiche che fanno salire il totale azzurro a 102 (ovviamente la Fontana è già una plurimedagliata).

Scatta a Sochi l’ora delle regine del ghiaccio e l’Italia aspetta la sua star.

Carolina Kostner è una delle protagoniste più attese del PATTINAGGIO DI FIGURA che oggi mercoledì vedrà in pista tutte le big per la prova del corto: la campionessa azzurra si cimenterà nell’Ave Maria di Schubert per cercare di impressionare al meglio la giuria e ottenere un punteggio alto in vista del libero di giovedì. In gara anche l’altra azzurra Valentina Marchei.

A secco di medaglie e con un futuro tutto da reinventare, lo  SCI DI FONDO azzurro sarà in gara per lo sprint a squadre a tecnica classica donne con Ilaria Debertolis e Gaia Vuerich. Stessa prova anche al maschile con il veterano Giorgio Di Centa e Dietmar Noeckler. In programma anche la finale per il podio, ma visti i risultati finora le chance azzurre sono davvero minime.

Qualche speranza la offre il BIATHLON con la staffetta mista: unendo le forze e con un pizzico di buona sorte l’Italia può cercare un buon piazzamento. Con Dorothea Wierer e Karin Oberhofer per le donne, Dominik Windisch e Lukas Hofer per gli uomini la prova è 2×6 e 2×7,5.

Back to top button