Sport

Roma, sindrome da Olimpico!

TottiIn una serata che ha ancora il sapore dell’estate, circa 40 mila spettatori all’Olimpico per assistere alla partita della Roma di Zeman. I tifosi temono ancora una delusione, ma il clima è quello che fa presupporre una prestazione importante.

Nei primi minuti di gioco la squadra di casa appare briosa ai suoi tifosi ed è ancora il giovane talento giallorosso Florenzi a distinguersi. La prima occasione al 9° minuto è però per Destro, un altro baby, che anche oggi a causa dell’assenza di Osvaldo è schierato al centro dell’attacco giallorosso. Già dai primi minuti la Samp si mostra una squadra ostica in linea con le dichiarazioni del suo allenatore Ferrara nel prepartita. Al 16° si presenta la seconda occasione per la Roma con Balzaretti, ma il tiro, anche se ben assestato, va fuori di poco. Al 18° il Capitano con un morbido pallonetto tocca la traversa. Al 19° limpida palla goal per Lamela che sciupa banalmente. Al 23° ci prova anche Florenzi ma senza fortuna. La Roma costringe la Samp a contenere le sue giocate e non le permette di superare la metà campo tanto che al 25° non si registra alcun tiro verso la porta giallorossa da parte dei blucerchiati. Al 33° azione veloce della Samp che per poco non viene finalizzata. Al 34° il Capitano giallorosso festeggia in anticipo il suo compleanno e dopo un goal mancato da Destro porta la Roma in vantaggio. Al 43° Destro a tu per tu con il portiere non realizza un goal difficile da sbagliare. Il primo tempo si conclude con la Roma in vantaggio. Goal n. 216 per Totti che raggiunge un altro record affiancando Altafini e Meazza!

Il secondo tempo inizia subito bene per La Roma, al 46° dopo un fallo plateale su Lamela, Maresca si procura il secondo cartellino giallo e viene espulso per somma di ammonizioni. Per la Roma le occasioni si susseguono con molta frequenza ed il pubblico a questo punto ha un solo desiderio, vedere il primo goal di Destro con la maglia giallorossa. Al 57° però è ancora Lamela a sfiorare il raddoppio, ma proprio quando tutti aspettano il secondo goal al 61° ecco la solita Roma che fa capolino e incredibilmente subisce la rete del pareggio! Una doccia fredda per i 40 mila spettatori! Ancora un goal in situazione rocambolesca, Stekelemburg non trattiene un facile pallone, un debolissimo cross dalla destra e per la Samp insacca facilmente con  il n. 11 Munari che devo solo poggiare il pallone in rete.

Ma ora la Roma deve dimostrare che è stato solo un incidente, il pubblico è ancora una volta frastornato. Al 68° invece ancora un brivido per i giallorossi Castan sventa miracolosamente un azione ficcante di Icardi che si era presentato da solo davanti a Stekelemburg. La Roma appare stanchissima e paradossalmente seppur in inferiorità numerica, è la Samp che è più pericolosa. Nello stadio subentra un certo malumore e si comincia ad assaporare quella che sta diventando la sindrome dell’Olimpico.

La squadra mostra giocate sterili, non proprio “zemaniane”, mentre i minuti scorrono inesorabilmente verso il 90°. Dopo due minuti di recupero  l’arbitro Mazzoleni, che ha condotto in modo sufficiente la gara, decreta la fine della partita che termina con il punteggio di parità 1-1. Si torna ancora una volta a casa tutti delusi e si fa avanti quella che sta diventando la sindrome dell’Olimpico!

{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Back to top button