Racconti di sport

Racconti di sport: “Perché sono della Lazio”!

calcio logo lazio 1947(Logo Ss. Lazio 1947-1974)

Roma, 4 aprile – Ci sono storie, accadimenti, episodi, che non sempre hanno un filo conduttore logico che ne spieghi l’evoluzione stessa della storia.

Già ma sessant’anni fa all’Olimpico di Roma si giocò un derby, Lazio-Roma, che fu la ripetizione di una gara che avrebbe dovuto svolgersi una ventina di giorni prima, esattamente l’11 marzo. A dire il vero non fu proprio una ripetizione perché a marzo la famosa nevicata del ’56 non consentì la disputa dell’incontro che fu rinviato appunto ai primi di aprile.

Chi vi scrive era nel pancione della madre in attesa della nascita e non poteva essere che “quel derby” si disputasse senza un tifoso-potenziale in attesa di palesarsi.

 Ecco allora che la natura, il fato, intervenne con la famosa nevicata che nella nostra città è da sempre una cosa straordinaria e per di più a marzo, a ridosso della primavera.

Tale evento fu anche significato da grandi artisti come Renato Rascel e Franco Califano ma quello che più conta, per il vostro cronista, è che la gara si disputò il 4 aprile, dopo la nascita, e fu una vittoria della Lazio per 1-0 con goal di Muccinelli.

Fu un derby di livello che impreziosì una stagione da quarto posto per i biancocelesti, con giocatori che avrebbero lasciato tracce nei due club come Lovati, Vivolo, Selmosson, Bettini per la Lazio e Panetti, Cardarelli, Losi, Da Costa per la Roma.

La passione per il calcio e per la Lazio in particolare sarebbero sbocciati qualche anno dopo, ma fu sintomatico che “la” partita in questione si giocò dando la prima grande gioia ad un bimbo in fasce! 

Back to top button