Sport

Quanto sei bella Roma!

LjajicÈ la prima partita in casa per la Roma nel campionato di serie A 2013/14, una sorta di primo giorno di scuola! Sono d’obbligo i buoni propositi per questa nuova stagione, ma ….

…  i 3 punti guadagnati a Livorno domenica scorsa hanno già  rinsavito i tifosi giallorossi e un pò tutto l’ambiente e la finale di Coppa Italia del 26 maggio 2013 persa contro i cugini laziali, sembra essere solo un brutto ricordo anche se per alcuni è invece rimasto un incubo!  La Curva Sud si presenta completamente vuota, la società capitolina sconta la sanzione inflitta dalla Federazione a seguito degli episodi di razzismo nei confronti di Balotelli. Nella partita d’esordio tra le mura amiche a far visita ai padroni di casa c’è il Verona, neopromossa in serie A, che nella prima di campionato si è sbarazzata del Milan con due goal di Luca Toni (ex giallorosso di lusso ndr). È la prima soprattutto per Garcia, il nuovo coach della Roma che, dopo un particolare quanto emozionante inno trasmesso prima dell’inizio della partita, mostra subito carattere dando disposizioni energiche ai suoi già dai primi istanti di gioco. La Roma parte subito fortissimo. Al 3° Florenzi sciupa un’occasionissima per portare in vantaggio la propria squadra, i tifosi però lo rincuorano con un caloroso applauso di incoraggiamento. È una Roma molto aggressiva, veloce negli inserimenti e nei passaggi. Al 6° è Gervinho a presentarsi ai tifosi, ma non è fortunato nella conclusione. Al 9° ancora Pjanic per la Roma che sfiora il goal con una bordata da 35 metri, Rafael però è bravo a sventare la minaccia in calcio d’angolo. La Roma è padrona del campo mentre il Verona si limita a contenere e a ripartire, quando può, in contropiede anche se, a partire dalla seconda parte del tempo, gli scaligeri si trovano più spesso dalle parti di De Sanctis. È comunque una partita impegnativa per i padroni di casa che, per avere la meglio, devono mostrare un mordente ed una voglia di vincere superiore alle aspettative. Garcia in panchina sembra preoccuparsi per il goal che tarda ad arrivare e resta in piedi al limite dell’area consentita per dare disposizioni più chiare ai suoi calciatori. Al 26° brutto fallo su De Rossi al limite dell’area. Capitan Totti calcia la conseguente punizione che Rafael respinge con fatica, ma con altrettanta bravura fuori dai pali. Il Verona affida a Toni tutte le sue azioni di attacco, l’ex giallorosso si rende sempre molto pericoloso nell’area avversaria anche se diligentemente marcato da Benatia. Al 30° grande giocata di Totti e Pjanic che mettono Florenzi in condizione di battere a rete, ma anche questa occasione sfuma. Intorno alla fine del primo tempo gli ospiti si mostrano più pericolosi ed incisivi mettendo a dura prova il centrocampo e la difesa giallorossa. Grande merito a mister Mandorlini che ha messo su una buona squadra solida ed ordinata pronta per raggiungere una facile salvezza ed a togliersi diverse soddisfazioni. Al 39° Totti serve una gran palla a Strootman, ma l’olandese spara sul portiere. Il Verona si mostra squadra ostica e fa capire, con il suo atteggiamento in campo, che aver battuto il Milan non deve essere stato proprio un caso! Il primo tempo si chiude a reti inviolate. Nel secondo tempo la Roma scende in campo molto determinata e convinta di far sua la partita. Al 52° entra Ljajic per Florenzi. Il serbo da maggiore vigore alle manovre tanto è vero che al 55° la Roma passa in vantaggio! Totti lancia Maicon sulla destra che entra in area scaraventando in porta un tiro potentissimo che, grazie anche ad una deviazione, entra in rete! 1 a 0 per la Roma! Il bravo calciatore brasiliano, che ha una gran voglia di riscatto, riceve un calorosissimo applauso dai suoi nuovi tifosi che lo hanno già scelto come uno dei beniamini della squadra. Due minuti dopo lo stadio esplode! La Roma raddoppia con un goal fantastico di Pjanic che con un pallonetto magistralmente pennellato batte Rafael che nulla può! Tutti in piedi! 2 a 0 per la Roma! I padroni di casa ora giocano sul velluto e le giocate appaiono irresistibili. L’entrata in campo di Ljajic ha dato grande energia alla squadra che mostra quest’anno una grande forza di gruppo. Al 60° Gervinho per poco non realizza la terza rete per la sua squadra, splendidamente lanciato da Totti spreca malamente. Al 66° lo stadio impazzisce! Ljajic con un gran destro da fuori area batte Rafael e la Roma fa 3 a 0! C’è grande euforia tra i tifosi giallorossi, la Roma è bella! Al 73° Gervinho sciupa ancora una occasione, ma la sua partita è comunque da considerarsi eccellente! La Roma controlla il match fino alla fine grazie anche ad un De Rossi finalmente ritrovato, è lui il migliore in campo per una nuova Roma, una Roma bella e di nuovo da amare!

Guarda anche
Close
Back to top button