Sport

Nominato il Procuratore Generale dello sport: il Generale Enrico Cataldi

Roma, 19 dicembre – Varata ieri la riforma della Giustizia Sportiva.

Al termine della riunione della Giunta, il presidente del Coni Giovanni Malagò,  ha annunciato con soddisfazione la riforma della Giustizia sportiva. ”Chiediamo che il percorso dei processi sia giusto ed equo nei termini e nei tempi. È una riforma fortemente voluta dal nostro mondo”.

Ha quindi comunicato la nomina del Procuratore Generale dello Sport e l’istituzione del collegio di Garanzia dello Sport.

Procuratore Generale è stato nominato il Generale di Brigata dei Carabinieri Enrico Cataldi,  comandante del Racis (Reparto Investigazioni Scientifiche)  mentre quale Presidente del collegio di Garanzia dello Sport,  è stato prescelto Franco Frattini, già Avvocato dello Stato, Magistrato del Tar del Piemonte consulente giuridico e due volte Ministro.

Il Generale Cataldi ha dichiarato all’Ansa: “”Come affronterò questo nuovo incarico? La risposta è semplice: da carabiniere. E’ quello che ho fatto per tutta la vita, userò la mia esperienza”.

Contrari alla riforma il Presidente della Figc Giancarlo Abete e Barelli. Abete ha dichiarato: “Sono d’accordo sulla nascita del Collegio di Garanzia e della Super Procura, ma non sono invece d’accordo su un codice di giustizia unico” aggiungendo: “C’è preoccupazione per i rapporti internazionali di tutte le federazioni, perché noi dobbiamo essere in sintonia sia con il Coni che con Fifa e Uefa. Mi preoccupa la cogestione e il coinvolgimento dell’ente di vigilanza sulla fase istruttoria. Non c’è una situazione di terzietà rispetto a una dimensione che dovrebbe nascere all’interno di autonomie delle singole federazioni”.

Back to top button