Sport

La Roma è già magica di suo !Per i giallorossi è record di vittorie!

BorrielloRoma – I giallorossi rincorrono il record assoluto. Quella contro il Chievo Verona è la decima di campionato ed è la partita che potrebbe determinare per i ragazzi di mister Garcia, la decima vittoria consecutiva, mai nessuna squadra, nei campionati a girone unico, ci è mai riuscita!

Quella che vede di fronte la capolista ed il fanalino di coda è la classica partita che viene definita in gergo giornalistico “testacoda”. Capita spesso però che il divario, che sembra così forte se si considerano i punti di differenza, non risulti evidente in campo. Mister Garcia ha dichiarato nei giorni scorsi “contro il Chievo sarà la gara più dura di questa prima fase di campionato” proprio ad evidenziare le insidie che una partita del genere possa nascondere.

La Roma scende in campo con Torosidis ad occupare la fascia sinistra in sostituzione dello squalificato Maicon, Dodò e Marquinho rappresentano il mini “turn over” che Garcia, in considerazione del ritmo incessante del campionato, ha voluto effettuare. I due giocatori, oggi titolari, prendono il posto rispettivamente di Balzaretti e Florenzi che contro l’Udinese avevano mostrato segni di affaticamento. Borriello e Ljajic tornano a sostituire Totti e Gervinho ancora indisponibili. Grandi emozioni al momento dell’ingresso in campo delle squadre, l’entusiasmo giallorosso porta allo stadio molta gente e per una partita contro l’ultima in classifica si contano oltre 50mila spettatori! Inizia la partita. Il Chievo comincia il match ben messo in campo. Il suo gioco è di contenimento, ma pronto a ripartire con le punte Paloschi e Pellissier.  Nei primi 5 minuti di gioco però la Roma fa sentire la sua pressione che si concretizza con tre calci d’angolo battuti in rapida sequenza. Al 10° Marquinho ci prova da fuori area, ma la palla va di poco alta sopra la traversa della porta difesa da Puggioni. Il Chievo di Sannino è ben impostato è ostacola sul nascere le giocate della Roma attraverso un pressing asfissiante mostrandosi una squadra ostica proprio come Garcia l’aveva definita alla vigilia. I giallorossi però sembrano tenere alti i livelli di attenzione  e concentrazione che sono atteggiamenti determinanti per poter gestire partite del genere. Non si registrano particolari occasioni da goal in quanto la gara si gioca prevalentemente a centrocampo. La Roma fa fatica ad entrare nelle maglie della difesa gialloblù che è disposta da Sannino come una diga davanti alla porta difesa da Puggioni. I giallorossi tentano con i tiri dalla distanza di Strootman (24°) e Marquinho (26°), ma senza esito. La difesa del Chievo riesce ad intercettare anche i cross di Torosidis e di Dodò diretti verso Borriello e chiude il primo tempo senza subire goal, la Roma sembra nervosa e si avvia negli spogliatoi con un Garcia preoccupato a risolvere la difficile situazione che si è venuta a creare.

Nel secondo tempo la partita riparte nello stesso modo di come è finito il primo tempo. La Roma è concentrata a conquistare i tre punti, non per raggiungere il record delle dieci vittorie, ma per tenere a debita distanza il Napoli e la Juventus che alle sue spalle in classifica non mollano. Il Chievo rallenta fortemente il ritmo della partita e cerca di trovare il modo di ripartire in velocità per sorprendere la difesa giallorossa. Da registrare la grande condizione fisica dei veronesi che non meritano di occupare l’ultimo posto in classifica. Mister Garcia, per sbloccare la partita, pone fine al “turn over” facendo entrare in campo Florenzi e Balzaretti. Dodò e Marquinho escono però tra gli applausi dell’Olimpico. Al 67° la svolta della partita. E’ proprio il nuovo entrato Florenzi che mette in condizione Borriello di segnare un goal da attaccante vero! Con una “spizzata” di testa spiazza Puggioni e porta in vantaggio la Roma! E’ il goal dell’1 a 0! Nei minuti che restano fino alla fine della gara, il Chievo continua a dimostrare di tenere bene il campo e soprattutto di preoccupare fino alla fine la Roma! Ma dopo 4 minuti di recupero l’arbitro Peruzzo, buona la sua conduzione di gara, con il triplice fischio decreta la fine della partita e omologa la decima vittoria dei giallorossi!

La Roma conquista altri tre punti e sale a quota 30. Napoli e Juventus restano a meno 5. L’Inter ed il Verona a meno 11. E’ proprio quest’ultimo dato che viene esaltato da mister Garcia a fine partita, in quanto il suo obiettivo non è quello di conquistare lo scudetto (scaramanzia?), ma quello di tenere il più lontano possibile la squadra che occupa il quarto posto condizione che garantirebbe a fine campionato la possibilità di partecipare alla Champions League l’anno seguente. Bella l’immagine dei giallorossi che festeggiano con i loro tifosi a fine partita, stavolta lo fanno in compagnia di cinque maghi che, con ironia, ricordano le dichiarazioni dei giorni scorsi del presidente della Lazio che denunciava il reclutamento degli stessi giustificando il successo giallorosso. Il simpatico Lotito però, dimentica che la Roma è già magica di suo e non ha bisogno di maghi e, soprattutto, che sono 15 i punti di ritardo (il doppio) che ha la sua squadra nei confronti dei giallorossi, non c’è bisogno di alchimie per capire che alcune dichiarazioni non possono che nascondere un comprensibile disagio di fronte agli incredibili risultati che la Squadra della Capitale sta ottenendo in questa prima fase del campionato.

Classifica Serie A

PG

V

P

S

GF

GS

DG

PS

1

Roma

10

10

0

0

24

1

23

30

2

Napoli

10

8

1

1

22

7

15

25

3

Juventus

10

8

1

1

22

10

12

25

4

Inter

10

5

4

1

24

12

12

19

5

Verona

10

6

1

3

20

16

4

19

6

Fiorentina

10

5

3

2

20

13

7

18

7

Lazio

10

4

3

3

15

13

2

15

8

Udinese

10

4

1

5

11

11

0

13

9

Atalanta

10

4

1

5

12

13

-1

13

10

Milan

10

3

3

4

17

17

0

12

11

Parma

10

3

3

4

16

18

-2

12

12

Torino

10

2

5

3

16

18

-2

11

13

Genoa

10

3

2

5

9

14

-5

11

14

Cagliari

10

2

4

4

10

17

-7

10

15

Livorno

10

2

3

5

12

16

-4

9

16

Sampdoria

10

2

3

5

9

16

-7

9

17

Bologna

10

2

3

5

13

22

-9

9

18

Catania

10

1

3

6

6

17

-11

6

19

Sassuolo

10

1

3

6

8

24

-16

6

20

Chievo

10

1

1

8

7

18

-11

4

Close