Sport

“La Lazio non esiste” (e scoppia il caos in città)

Tifosi Lazio

Ma quale ballottaggio! Nei bar di Roma si discute solo di una cosa: l’articolo di Giancarlo Dotto sul Corrierone dello Sport che annienta il mondo laziale “La Lazio non esiste”. Biancocelesti in rivolta”.

È il primo titolo che appare, il 6 giugno c.a., sopra un giornale on-line (ormai è quasi tutto “on-line”; l’uomo non comunica più con gli esseri umani come lui, ma con la macchina e ci stiamo avviando più velocemente di quanto possa apparire, alla nostra autodistruzione)…..dunque è il primo titolo che appare su questo giornale. Che cosa significa? Tante cose insieme!…… Stiamo male?…..beh, dalle notizie che appaiono su tutti i giornali, “on-line” e su carta stampata…..non c’è da stare allegri…..lotta per la poltrona e comportamenti e situazioni quotidianamente contraddittori, finalizzati agli interessi di parte, e il paese nel caos più completo in cui tentare di capirci qualcosa, all’unico scopo di mettere quella croce sulla scheda elettorale, con un minimo di cognizione, risulta vano e, in questo caos, mai registrato tanto grande e intenso, un unico interesse che prende popolazione e esponenti delle istituzioni: la Lazio!….e il disappunto della gente, sulla situazione della squadra, che manda nel caos la città…..Solo pochi giorni or sono, alcuni vigili non stavano al loro posto di lavoro, ma , sembra sul Lungotevere, appoggiati di sbilenco, ad un chiosco di rinfresco, non per prendere una Coca-Cola, ma per seguire la partita e vi stavano di sbilenco, in una posizione piuttosto contorsionistica, supponendo che, con il capo rivolto al televisore, il loro corpo, nella contorsione, potesse controllare il traffico, al posto dei loro occhi. Più volte, recandomi all’ufficio, negli anni del mio servizio, passando accanto al giornalaio, alle otto del mattino, ho potuto notare….fare caso….al fenomeno dei lavoratori che, recandosi, anch’essi, al luogo del loro lavoro, facevano la quotidiana sosta al giornalaio e chiedevano stentoreamente “…il Corriere!…..”…..il “Corriere della Sera”?…..no!!!!…..il Corriere dello Sport!……quotidianamente!………Nella banca, il cassiere, dopo aver preso posto al box del suo lavoro, la prima cosa che faceva, era aprire il giornale…..il Corriere dello Sport, per vedere cosa aveva fatto la sua squadra preferita,e, questo, a cominciare dal lunedì per finire al venerdì…..e chiudeva “il giornale” quando vedeva avanti al la sua cassa, il cliente con l’operazione ostentata nelle mani. Oggi siamo in piena campagna elettorale, una campagna elettorale interminabile che dura da molti mesi….politica….amministrativa….locale….regionale…..e chi più ne ha , più ne metta…..in cui tutti, e i tutti si sono moltiplicati come il Cristo moltiplicò i pesci, predicano etica e tutti si sgozzano e si sodomizzano per la poltrona e, in questo caos, nessuno ci capisce più niente e fertilizza anche il terreno per i fenomeni “Grillo”, ma tutti “tirano a campa’”, guidati e plagiati dalla induzione della sottopolitica “che, tanto, non si risolve niente”. Un Partito Democratico che, tiene segreto per quattro anni il fallimento della sua banca, il MPS, e, alla fine, approfitta della crisi economica, di cui non si è mai capito niente, se autentica, se inventata, per acquisire una “testa di legno” che, con la scusa ufficiale di ridurre il debito pubblico, dissangua di tasse il popolo per salvare quella del PD e le sue banche e manda l’italia nella disperazione; l’episodio, sebbene di importanza eclatante, viene allo scoperto e lo si conosce grazie ad uno scandalo dei titoli della banca, dopo di che, la situazione continua la sua strada nel riserbo più assoluto e nessuno ne sa più niente e il PD continua la sua campagna elettorale non sulla politica e sull’economia, ma sulle fornicate di Berlusconi, mentre, ufficialmente, impera la “crisi” in una “jungla d’asfalto” in cui le strade sono intasate da un traffico che brucia quotidianamente milioni di litri di petrolio che, da almeno cinquant’anni, le cronache ci dicono che sta esaurendosi (ma è solo una strategia per farne aumentare i prezzi)….il PD!……che “urina acqua santa dall’ombelico”!!!…..da più di una persona è stato chiesto che cosa sarebbe successo se a fare quello che ha fatto il PD, per salvare la sua banca, fosse stato Berlusconi per salvare una sua grossa impresa ad esempio…..il Gruppo Mediaset…..il PD avrebbe scatenato la…..rivoluzione!…….ma, nonostante quanto è accaduto, non ha vinto le elezioni, ma i numeri li ha riscossi perché il popolo italiano, la rivoluzione per queste cose…. non la fa……la fa solo per ………la Lazio!……..

Guarda anche
Close
Back to top button