Sport

“Il presidente gentiluomo”. La Roma di Anzalone secondo Franco Bovaio

Con il suo ultimo libro il nostro storico collaboratore Franco Bovaio ci riporta agli anni '70 e alla Roma di quel periodo.

Roma, 21 dicembre 2020 – Oggi vi presentiamo l’ultimo libro del nostro storico collaboratore Franco Bovaio dedicato a Gaetano Anzalone, il presidente della Roma degli anni ’70.

Il libro si intitola: “Il presidente gentiluomo” e racconta gli otto anni di Anzalone alla guida della Roma (1971-1979) attraverso foto e testimonianze dei giocatori dell’epoca.

Una Roma, quella di Anzalone, che merita di essere vista da una prospettiva diversa rispetto al racconto che spesso si è fatto di quel periodo.

Anzalone, tifoso giallorosso fin dalla nascita, ereditò la presidenza dopo due decenni caratterizzati da improbabili sogni di grandezza e drammatiche crisi di bilancio.

Sul campo non ottenne risultati memorabili ma, a differenza di chi lo aveva preceduto, lavorò in prospettiva, dotando il club di risorse e idee che in seguito si sarebbero rivelate sensazionali.

Un vivaio fertile di grandi talenti; la “scoperta” del merchandising (primo fra tutti, nel calcio italiano); la costruzione del centro di Trigoria; la “rivoluzione” del Lupetto realizzato da Piero Gratton.

Lupetto che da allora è uno dei simboli più amati dai tifosi giallorossi.

Parallelo al suo impegno sportivo, ma gestito con grande discrezione, l’impegno continuo e convinto di Anzalone in favore di ragazzi emarginati.

Tutti tolti dalla strada e restituiti alla società con un titolo di studio e un mestiere su precisa volontà del presidente.

Il libro è acquistabile nelle migliori librerie e online e può essere un’ottima idea regalo romanista per Natale.

Back to top button