Sport

CONVEGNO NAZIONALE ANSMES A ROMA

Concluso con successo il Convegno Nazionale dal Tema: “L’apporto dei Gruppi Sportivi delle Forze Armate e delle Forze di Polizia allo Sport Italiano”.
 sport_militare

Il Convegno Nazionale dal Tema: “L’apporto dei Gruppi Sportivi delle Forze Armate e delle Forze di Polizia allo Sport Italiano”, si è concluso con successo grazie agli interventi di numerosi relatori in rappresentanza del mondo dello sport militare e le conclusioni, oltre che del Senatore Luigi Ramponi, Presidente dell’Associazione Nazionale Stelle al Merito Sportivo del CONI che ha organizzato il consesso, anche del Presidente del CONI Gianni Petrucci, del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, On. Rocco Crimi e del Sottosegretario alla Difesa On. Guido Crosetto.
Il Senatore Luigi Ramponi come di consueto ha fatto gli onori di casa aprendo il Convegno. Nella sua introduzione, il Sen. Ramponi ha affermato che: “Le Forze Armate sono l’istituzione più importante che ci sia in Italia per la diffusione della cultura e la pratica dello sport. Esse infatti sono la base sulla quale molti si poggiano i tantissimi successi ottenuti dallo Sport Italiano e in nessun altro settore l’Italia primeggia, nel mondo, come nello sport. Questo grande successo dello sport militare è dovuto principalmente alle molte ore quotidiane che le Forze Armate dedicano all’addestramento fisico dei propri appartenenti, molto superiore ad esempio a quanto avviene nelle scuole o in altri contesti ed infatti, non c’è da meravigliarsi se poi la predominanza degli atleti e delle medaglie vinte alle competizioni sportive di più alto livello provengono proprio dal mondo dei Gruppi Sportivi delle Forze Armate e delle Forze di Polizia e questo trend è andato sempre più in crescendo negli ultimi anni. A parte questo bisogna mettere in risalto che le Società Sportive civili hanno l’importantissimo compito di creare una base di praticanti dello sport tra i giovani sulla quale possono attingere i Gruppi Sportivi militari per coltivare ed educare ai più alti valori sportivi gli atleti più talentuosi e meritevoli. Per questa loro imprescindibile funzione vanno doverosamente ringraziate tutti i Gruppi Sportivi militari e di polizia”
Nel suo intervento il Presidente del CONI, Gianni Petrucci ha tenuto a sottolineare come “nonostante le condizioni economiche contingente che prevedono pesanti tagli ai fondi per lo sport, le Forze Armate continuano nell’ambito della convenzione con il CONI a dare un enorme contributo allo sviluppo dello Sport Italiano. Infatti è grazie al contributo che esse danno attraverso i loro tecnici e mettendo spesso a disposizione le loro strutture sportive che lo Sport Italiano riesce ancora a crescere ed ad ottenere grandi successi, non ultimo il record di medaglie ottenuti dalla rappresentativa italiana ai Mondiali di scherma che si sono appena conclusi a Catania”. 
Il Sottosegretario, Rocco Crimi ha voluto esprimere il proprio sincero apprezzamento perché “grazie alla sinergia tra il CONI e le Forze Armate non solo si è riusciti ad abbattere la percentuale di sedentarietà in Italia ma si è anche potuto coltivare ed educare tanti talenti sportivi che altrimenti sarebbero andati perduti. Mi auspico, inoltre, che i Gruppi Sportivi militari e di polizia possano, un giorno, dare il loro valido contributo anche al mondo dello sport paraolimpico trovando il modo di far entrare nelle loro fila i maggiori talenti di questa specialità”.
Negli altri interventi dei relatori che si sono susseguiti, il Gen.B. Rinaldo Sestili e il Dott. Francesco Montini hanno avuto modo di delinare l’organizzazione sportiva presso le Forze Armate e di Polizia, mentre il Gen. Gianni Gola ha fornito un breve excursus sullo sport militare internazionale. Il Ten.Col. Loiudice dell’Aeronautica Militare, il Dott. Capone del Corpo Forestale, il Col. Mosso dell’Esercito e il Col. Parrinello della Guardia di Finanza hanno potuto illustrare alcuni progetti speciali riguardanti l’intervento dei rispettivi Corpi a supporto del mondo dello sport e di tutto ciò che lo circonda.
Il convegno è stato arricchito dall’intervento di due illustri giornalisti sportivi, il Dott. Vanni Loriga e il Dott. Italo Cucci, i quali hanno voluto esprimere il loro caloroso apprezzamento nei confronti dello sport militare sin dalle sue origini e dall’importanza del messaggio di pace che i militari comunicano a livello internazionale attraverso la loro pratica sportiva.
Il Senatore Ramponi ha chiuso i lavori, dopo aver ringraziato i presenti, i relatori ed il presidente del CONI per essere intervenuto, dicendo che: “il convegno di oggi ha dato dimostrazione di come nonostante tutte le difficoltà del momento attuale, esistono delle realtà, sia a livello di amministrazione politica che di gestione sportiva, che ci fanno essere ottimisti su un sempre positivo sviluppo dello sport italiano, grazie soprattutto all’apporto dei Gruppi Sportivi delle Forze Armate e di Polizia”.
 
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Guarda anche
Close
Back to top button