Sport

CASÈ- MASERATI : UN BEL MATRIMONIO

Il pilota di Guidonia correrà a Zolder con la promettente Maserati GT4 il 23 agosto . Le felicitazioni di Amato Ferrari e di Pasquale Ventriglia . Stima e fiducia da Modena per il pilota di Guidonia.

Lorenzo CasèMaserati GT4
(Lorenzo Casè)                                                                        (La Maserati GT4)

Dopo lo splendido esordio per la nuova Maserati GranTurismo MC GT4, che con il duo formato da Lorenzo Casè e Cédric Sbirrazzuoli, sul circuito di Spa in Belgio,  ha conquistato un convincente secondo posto nella gara 1, ed un dignitoso sesto posto in gara 2,   la Maserati vuole fare le cose in grande.

Non ha a caso ha affidato la vettura esordiente al Team AF Corse di Amato Ferrari che di corse e conduttori se ne intende veramente, vivendo le piste da anni e titolare di ben tre squadre corse. 

Una GT4 che nei diecimila km percorsi, ha dovuto cambiare solo un semiasse, peraltro programmato, si deve anche sostenere nei modi e con i gli uomini giusti.

Così Maserati, insieme a Amato Ferrari hanno deciso di far correre da solo Lorenzo Casè sulla pista di Zolder, sempre in Belgio, la prossima gara di campionato il 23 agosto. 

Felicitazioni e consenso del proprietario della Ferrari 430 targata Black Jack Cafè, il noto locale sulla via Tiburtina, Pasquale Ventriglia, con cui il pilota tiburtino corre il campionato monomarca Ferrari e con la quale il 6 settembre prossimo affronterà il circuito di Brno.

Maserati ha un ottimo potenziale  con una GT4 che risulta “Competitiva, molto bilanciata e facile da guidare oltre ad essere velocissima in curva” ha detto Lorenzo Casè, che era arrivato a pochi centesimi di secondi dalla Aston Martin di Mallock.  

L’esperienza del pilota adottato da Guidonia, dove vive , unita alle sue indiscusse capacità e la sensibilità a sapersi destreggiare e pensare oltre che a schiacciare l’acceleratore, condite con una mentalità vincente e un rapporto psicofisico adeguato sono alcune delle carte che si debbono avere se si vuole vincere questa partita che vede di fatto tutte le case automobilistiche del mondo scendere in pista con macchine di serie a cui sono stati tolti i sedili in pelle ed applicate gomme da racing. Tutto il resto è identico alla vettura che il cliente può acquistare. È evidente l’importanza che assume la partecipazione e la vittoria di certe corse che fanno da trampolino pubblicitario e tecnico indirizzando anche la scelta dei clienti.

La casa del tridente di Modena ha bisogno di uomini come Amato Ferrari e Lorenzo Casè con cui si può programmare di rango, un percorso non solo tecnico ma anche commerciale ed economico di un prodotto italiano alfiere delle capacità e del genio italico.

Per Lorenzo Casè è la prova di quanto Amato Ferrari e la Maserati credano in questo pilota e lo stimano. Sentimento ricambiato dai fatti, ovvero da quei podi che nessuno credeva di poter raggiungere già all’esordio ad eccezione di un nutrito gruppo di tifosi di Guidonia tra cui il Rotary Club della terza città del Lazio dove Lorenzo è iscritto e che risultano tra i suoi primi e convinti fans di un uomo prima di un pilota capace e considerato . 

Il circuito di Zolder fu inaugurato nel 1963 e sono stati corsi ben 10 gran premi di Belgio di F1. Nell’81 un meccanico della Osella, Giovanni Amadeo, morì cadendo dal muretto box proprio davanti alla Williams di Carlos Reuteman che si accingeva ad entrare in pista e che non poté fare niente per evitarlo, causa  la mancanza di spazio per una manovra d’emergenza. Il fatto che rese tristemente famosa la pista fiamminga accadde 12 mesi dopo: durante le qualifiche del Gran Premio , l’8 maggio dell’82, Gilles Villeneuve morì dopo un contatto tra la sua Ferrari e la March di Jochen Mass.

Nell’84 si corse l’ultima gara di F1.

 
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Back to top button