Sport

Campionati Europei. ITALIA CHIUDE COL BOTTO

Prima Assoluta

Roma, 22 agosto 2022 – Grazie agli ultimi ori conquistati da Yeman Crippa nei 5000 metri e dalla tuffatrice Chiara Pellacani a Roma, l’Italia agli Europei 2022 conquista il primato sia nel medagliere assoluto oltre che in quello acquatico.

La rappresentativa azzurra si è rivelata più forte di ogni “macchinazione” come quella subita per far fuori la staffetta italiana olimpica 4×100, ed impedire una tripletta nella maratona del nuoto sui 25km.

Esemplare la risposta azzurra sulla pista dell’Olympiastadion di Monaco.

Si è rifatta del maltolto subito nello sprint con una impresa altrettanto epica nel fondo.

Ieri Yeman, dopo aver conquistato l’argento nei 5.000 metri con una gara sorniona, nella distanza raddoppiata, ha realizzato l’impresa quasi impossibile di recuperare nell’ultimo giro una trentina di metri al norvegese Zerei Kbrom Mezngi che era convinto di avere già vinto.

Non bastasse, le staffettiste hanno risposto all’ignominia subita da Jacobs e soci nella 4×100 disputando una finale perfetta, con il quartetto Zaynab Dosso, Dalia Kaddari, Anna Bongiorni ed Alessia Pavese, in grado di migliorarsi al punto (42″34) di meritarsi il bronzo dietro Germania (oro ) e Gbr (argento).

Queste imprese finali associate agli show d’oro dei tuffatori Chiara Pellacani e Lorenzo Marsaglia ed alla terza medaglia d’oro conquistata da Gregorio Paltrinieri con la staffetta marina 4x1250m, hanno semplificato il predominio finale italiano nei medaglieri assoluti e natatori dell’evento europeo.

Tutto ciò sia che si consideri il conto delle medaglie d’oro, sia che si preferisca il conto dei podi totali..

Per quanto riguarda L’European Championships di Monaco e Roma, l’Italia ha chiuso al primo posto con 118 podi (38 ori).

Seguono:
Inghilterra GBR con 87 podi (34 ori);
Germania, 75 (32);
Ungheria , 39 (18;
Ucraina 39 (15);
Francia 71 (14).

MEDAGLIERE EUROPEI NUOTO ROMA
Il Predominio del nuoto italiano risulta tale da ricordare quello imposto dalla DDR Germanica al tempo del Doping di Stato nello sport, praticato senza scrupoli, nell’allora Germania Democratica.

EUROPEI DI NUOTO (Roma)2022
La classifica attiene 5 specialità: nuoto in vasca, nuoto in acque libere, nuoto artistico, tuffi , triathlon.
I 67 podi conseguiti dall’Italia sono suddivisi in:
24 oro, 24 argento, 19 bronzi.
Dietro, staccatissimi – in tre per raggiungere insieme l’Italia – seguono:
GBR 27 medaglie; Francia 21; Ucraina 17; Ungheria 16; Germania 15.

Nei precedenti Europei disputati a Budapest nel 2020, la classifica finale vedeva terza l’Italia dietro:
RUSSIA 42 podi ( 20, 9, 13);
GBR 32 ( 12,13,7)
ITALIA 44 ( 10, 14, 20)
UCRAINA 14 ( 7,5.2 ,

Agli ultimi Mondiali di Budapest di due mesi fa, erano presenti tutti i migliori compresa la Russia, ma anche: le Americhe di USA e Canada, l’Asia di Cina e Giappone, l’Australia.

L’Italia è stata l’unica ad inserirsi (terza) in un contesto tutto extraeuropeo.
1. USA 49 podi ( (18, 14,17);
2. CINA 28 (18, 2, 8) ;
3- ITALIA 22 ( 9,7.6);
4. AUSTRALIA 19 (6 ,9,4);
5. CANADA 14 (3,5,6);
6. GIAPPONE 13 ( 2,8,3) ;

I MATTATORI AZZURRI
Nelle discipline acquatiche si sono rivelati alcuni mattatori azzurri che hanno conquistato allori anche non individuali.

Fra questi spicca il nuotatore artistico Ruggiero Minisini vincitore di 4 medaglie d’oro nel singolo e nel duo in coppia con Lucrezio Ruggiero.
Il nuoto artistico al maschile, è una specialità recente dal punto di vista individuale.
Minisini a parte, il ruolo di mattatore azzurro è in ballo fra due personaggi che a Roma hanno conquistato tre medaglie d’oro.
Thomas Ceccon nel dorso. Il poliedrico veneto di Thiene, Thomas Ceccon, ha conquistato 3 oro – 100m dorso, 50m farfalla e staffetta 4×100 misti, nonchè 2 argento nei 50, dorso e staffetta 4x100m mista.

Gregorio Paltrinieri Superfondo
Gregorio Paltrinieri ha anche lui conquistato 3 ori: 2 individuali negli 800m in piscina e nei 5km in acque libere, dove ha vinto anche la staffetta 4x1250m.
La drammatica gara dei 25 km in acque libere – scombussolata dalle giurie – non ha aiutato la sua causa. La quarta medaglia, d’argento Greg se l’è sudata classificandosi secondo nei 400m sl. , una gara non sua.

IN CHIAVE FEMMINILE MATTARICI DUE GRANDI ATLETE.

La tuffatrice Chiara Pellacani che dai trampolini romani in cui ha trascorsa buona parte della sua esistenza, ha conquistato 5 medaglie : due d’oro, una d’argento , due di bronzo.

Simona Quadarella Mezzofondo
Anche Simona Quadarella fa parte dello stesso contesto natatorio romano, capace di esprimere una mezzofondista in grado di conquistare il massimo dei voti sia negli 800m che nei 1500m e completare la sua supremazia con l’argento sui 400.

Giacomo Mazzocchi

Giacomo Mazzocchi, giornalista professionista, è stato capo redattore di TuttoSport, capo della redazione sportiva di Telemontecarlo, direttore della comunicazione della Federazione Mondiale di Atletica Leggera e direttore della comunicazione della Federazione Italiana Rugby. Vanta una vasta esperienza suddivisa fra giornalismo scritto e video con direzione e gestione di giornali, pubblicazioni, redazioni televisive, telecronache, conduzioni e partecipazione televisive. Cura l'organizzazione e produzione tv di eventi e uffici stampa
Back to top button