Medicina

PAVIMENTO PELVICO: TERMINE SEMPRE PIÙ IN USO. MA COSA È?

Sempre più spesso, in medicina, si sente parlare di “pavimento pelvico”. Per maggiori chiarimenti, ne abbiamo parlato con il coordinatore del “Centro del Pavimento Pelvico”presso la Casa di cura Villa Tiberia di Roma in via Emilio Praga 26, tel. 06820901, dott. Claudio Toscana della I^ Divisione di Chirurgia generale, il quale, con cortesia ci risponde:

Il pavimento pelvico (di cui fanno parte l’apparato digerente, urinario e genitale, coinvolgendo la vagina, la prostata, la vescica, l’utero, il retto e l’ano) può essere colpito da malattie organiche (cioè quelle dovute a malformazioni, infiammazioni, infezioni, degenerazioni dei tessuti, tumori, etc) o da malattie funzionali (che, cioè, implicano un cattivo funzionamento dell’organo). Tutte queste condizioni, per la loro molteplicità richiedono un approccio da parte di vari specialisti. Una parte di esse, la più frequente, tuttavia, richiede e si avvale oggi di un inquadramento diagnostico e terapeutico multidisciplinare ed integrato. Si tratta dei prolassi (prolasso genitale ed ano-rettale), della ritenzione urinaria e della stitichezza, dell’incontinenza urinaria ed anale, dei vari tipi di dolore pelvi-perineale. Il prolasso e l’incontinenza urinaria sono le principali manifestazioni cliniche, spesso coesistenti, provocate dal deficit anatomo-funzionale delle strutture che costituiscono il cosiddetto supporto pelvico. A queste manifestazioni principali possono associarsi altri sintomi: disturbi minzionali (dolore durante l’emissione di urina, esitanza minzionale, allungamento del tempo di minzione, gocciolamento terminale), dolore durante i rapporti sessuali o difficoltà ad espletarli per la sensazione di ingombro vaginale, modificazioni delle abitudini intestinali, difficoltà di evacuazione (con necessità di digitazioni), dolori lombo sacrali oltre ai sintomi tipici della più comune malattia emorroidaria che colpisce con grande frequenza entrambi i sessi. Questo corteo sintomatologico ha un notevole impatto sulla qualità di vita delle pazienti e dei pazienti.
Dal mese di maggio 2012 è attivo, presso questa Casa di cura Villa Tiberia di Roma in via Emilio Praga 26 il Centro del Pavimento pelvico, di cui sono il coordinatore, dove la situazione clinica dei pazienti viene valutata attraverso un iter diagnostico-terapeutico ottimale, e la gestione delle disfunzioni del pavimento pelvico prevede un approccio di diagnosi “iniziale” e “avanzata”. Quando la valutazione clinica è adeguatamente strutturata può portare alla diagnosi nella maggior parte delle pazienti ed identificare al tempo stesso quella minoranza di casi che necessitano di indagini più sofisticate di tipo radiologico e urodinamico o manometrico. Parallelamente all’iter diagnostico anche l’impostazione della terapia è progressiva. A volte già semplici cambiamenti delle abitudini di vita, oppure terapie comportamentali come la rieducazione alla funzione anale o vescicale si dimostrano sicuri, semplici ed efficaci. Il primo approccio terapeutico, quando possibile, è generalmente di tipo conservativo, mediante la riabilitazione o la terapia farmacologica; ciò consente di selezionare i pazienti con problemi più complessi che necessitano invece di un trattamento di tipo chirurgico, rimanendo a vostra disposizione per ulteriori chiarimenti.
L’ambulatorio del Centro, organizzato dalla I Divisione di Chirurgia generale della Casa di cura (Primario: dott. Stefano Bottari) è attivo nei pomeriggi di LUNEDI’ e VENERDI’. Per appuntamento telefonare allo 06820901.
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}remote}
Close