Medicina

Contagio Coronavirus: Aggiornamento del 12.04.2020. Perchè non si procede all’arresto di chi viola la quarantena?

Rimane l’impennata di nuovi contagi, +4.092, cala il numero dei guariti 1.677 da 2.070 di ieri, i decessi scendono a 531 da 620.

Contagio Coronavirus Covid-19: i dati delle ultime 24 ore.

Coronavirus dai dati forniti dal Dipartimento della Protezione Civile, impennata di nuovi contagi grazie all’elevato numero di soggetti che violano le norme, i decessi scendono a 531.

Contagio Coronavirus – Questi i dati ufficiali forniti alle ore 18:00 del 12.04.2020 con il bollettino ufficiale comunicato dal Dipartimento di Protezione Civile sulla situazione della diffusione e del contagio coronavirus in Italia.

Il totale delle persone risultate colpite dal contagio da Coronavirus, è di 156.363, + 4.092 (ieri erano 152.271, +4.694 ).

I contagiati dal coronavirus in cura sono 102.253, +1.984 (ieri erano 100.269+1.996), di cui 3.343 i pazienti nei reparti (-38 di ieri) in terapia intensiva, ricoverati con sintomi 27.847 (-297 di ieri), in isolamento domiciliare 71.063 (+2.586 di ieri)

Le persone guarite dal contagio coronavirus, in totale sono 34.211,+1.677 (ieri 32.534,+2.070)

I morti per il contagio coronavirus sono in totale 19.899, +431(ieri erano 19.468+620), dati questi ultimi da confermare quando l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso)

Dai dati forniti dalla Protezione Civile, non è precisato se nel numero dei morti comunicati, sono compresi eventuali decessi di ricoverati in terapia intensiva, che farebbe calare il numero dei ricoverati, risultando quindi… una vittoria sulla malattia!

CORONAVIRUS, COVID-19Perché i trasgressori non vengono realmente puniti, anziché sequestrare in casa indistintamente tutti gli italiani?

Non si comprende – pur condividendo le norme di prudenza – perché, gli italiani rispettosi delle regole, vengono sequestrati in casa per contenere la propagazione del coronavirus covid-19, anzichè varare un decreto finalmente serio che, stante lo stato di emergenza dichiarato, dispone l’arresto immediato con processo per rito direttissimo, di chi sottoposto a regime di quarantena o isolamento domiciliare viene sorpreso fuori senza idonea motivazione con conseguente sequestro dell’eventuale mezzo di locomozione in uso?
Il solo fatto di uscire da parte di tali soggetti riscontrati affetti da Coviud-19, è una potenziale diffusione di germi patogeni. Gli stessi, contagiano altre persone le quali – inconsciamente – a loro volta provocano ulteriori ricoveri e decessi che gravano sulla coscienza (se esiste!) degli autori e dei politici legislatori.
Con un mese di privazione – ripeto, legittima – della libertà personale, il coronavirus avrebbe dovuto essere stroncato invece aumentano i contagi.
Non occorre uno scienziato per capirne le motivazioni o l’irresponsabilità.
Ciò senza arrivare a “eccessi”, di alcuni Paesi dove la violazione illegittima delle norme per il coronavirus, viene punita con l’immediata pena di morte per tutelare la popolazione inerme e onesta. Ma.. siamo sicuri che sono loro gli incivili…?

Coronavirus, Covid-19, arresto violazione quarantena,  Dipartimento della Protezione Civile, Salvatore Veltri

Tags
Back to top button
Close