Menu
Flash - Operazione "Anno Zero". 22 provvedimenti a carico del clan del latitante Matteo Messina Denaro

Flash - Operazione "Anno Zero…

Trapani, 19 aprile 2018 -...

Serie A, 33ma giornata 2018. Brividi in testa, fuochi d'artificio a Firenze. CLASSIFICA

Serie A, 33ma giornata 2018. Brivid…

Roma, 8 aprile 2018 - Paz...

Men in Pink Gala - VIDEO - GALLERIA FOTOGRAFICA

Men in Pink Gala - VIDEO - GALLERIA…

dalla nostra corrispond...

Serie A – 32ma giornata. Altra giornata pro-Juve - CLASSIFICA

Serie A – 32ma giornata. Altra gior…

I bianconeri volano a +6 ...

Accademia Filarmonica Romana - “Tierra y Alma” M.Ángel Berna e Manuela Adamo

Accademia Filarmonica Romana - “Tie…

Danza di passione e di me...

La Siria è vicina, ma sta lì.

La Siria è vicina, ma sta lì.

Roma, 14 aprile 2018 - Le...

Serie A, 32ma giornata 2018. Inter, avanti piano.

Serie A, 32ma giornata 2018. Inter,…

Roma, 14 aprile 2018 - An...

Rugby Eccellenza. Padova, Fiamme Oro e Calvisano-Rovigo sono le due semifinali scudetto 2018

Rugby Eccellenza. Padova, Fiamme Or…

Roma, 14 aprile 2018 - Ne...

I veti incrociati complicano la soluzione della crisi

I veti incrociati complicano la sol…

Roma, 13 aprile 2018 - Da...

Accademia Nazionale di Santa Cecilia - Alexander Sladkovsky dirige autori russi

Accademia Nazionale di Santa Cecili…

Paganini v/s Mefistofele ...

Prev Next

Attualita.it - Articoli filtrati per data: Sabato, 17 Marzo 2018

Il giorno dello "Squalo" e del Rugby

rugby nibaliRoma, 17 marzo 2018 - Due belle pagine allietano la giornata degli sportivi italiana.  L’Italrugby dimostra finalmente di avere raggiunto una statura internazionale perdendo, a due minuti dal termine, una partita che aveva già meritatamente vinto. La bella notizia è che lo Stadio Olimpico di Roma era  colmo di 60.412 spettatori paganti, di cui 30 mila scozzesi in gonnellino, kilt, tartan e birra. Tutti festanti assieme ad altrettanti sportivi provenienti da ogni dove italiano. Il tutto per la felicità delle casse romane.
L’altra storia, invece a lieto fine, è quella scritta,  un paio d’ore dopo la conclusione del match rugbystico, dal ciclista Vincenzo Nibali, che ha riportato in Italia , dopo 12 anni, la corona di vincitore della Milano-San Remo.
Con questa impresa, lo "Squalo dello Stretto", entra di prepotenza e diritto nel novero dei grandi del ciclismo , di miti come Guerra, Binda Bartali, Coppi, Moser. Vi entra non solo perché  vincitore di Giri d’Italia, Tour di Francia e Vuelta di Spagna, ma per come  ha vinto ed il contesto delle vicende che hanno preceduto l’impresa.
Nel carnet dello "Squalo dello Stretto" (la natia Messina), dovrebbe comparire anche l’oro olimpico che, invece , manca perché il fato glielo ha scippato quando ormai  l’aveva già appeso al collo. Parliamo  dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016.  Della caduta drammatica  nella discesa di Vista Chinesa ad 11 chilometri dall’arrivo. Lui, in fuga con due figuranti, lanciato come Lui solo sa fare nella discesa  conclusiva. Le moto della televisione non riescono a stargli dietro. La strada, scivolosa ed all’ombra, è un precipizio. Dopo una curva,  l’Italiano ed Henau spariscono. Anche il video mostra immagini confuse.  Si teme che i ciclisti siano finiti nel dirupo. Finalmente l’inquadratura mostra Nibali riverso al centro della strada fortunatamente vivo. Si teme qualche trauma cranico, commozione cerebrale nonostante il casco. Con urgenza in ospedale. Fortuna, si fa per dire, se la cava con la doppia frattura della clavicola, ma vivo.
Nibali ha 32 anni.  La sua vita sportiva con un incidente di questo tipo, dovrebbe chiudersi qui. In bicicletta neanche per recarsi dal lattaio. Non per scendere e salire per centinaia di chilometri per le strade del mondo per corse (a riparo del traffico) e allenamenti (nella bolgia delle quattro ruote). Quanto alle strade in discesa, si smonta dalla bici e si va a piedi.
Ed invece no. Ancora con la clavicola in riparazione, lo Squalo rimonta in sella e torna ad essere competitivo.  Nessuna ansia o paura quando  la strada è in discesa. Anzi è come se a Rio si fosse vaccinato.
E, quindi,  oggi a San Remo arriva il suo capolavoro. Prima della città dei fiori e del festival, la Via Aurelia ha un'impennata di 150 metri di dislivello. Qui molte Classicissime hanno visto il loro epilogo. È qui, a 7 chilometri dal traguardo, che  Nibali piazza il suo attacco che lo porta a scollinare con 11 secondi di vantaggio sulla muta di inseguitori dove figurano il Campione del Mondo Peter Sagan,  l’australiano Caleb Ewan e tutti i passisti migliori incaricati di andare a riprendere i fuggitivi per preparare la voltata ai finisseur. Mancano solo 5 chilometri per il Traguardo. Lo Squalo è solo. Gli altri si danno il cambio. Ma Nibali è solo nella sua incoscienza, o temerarietà consapevole della propria competenza. Non sbaglia una curva ed addirittura riesce a carpire un  importante secondo di vantaggio. La strada - per il paio di chilometri che mancano -  è ormai in pianura. Lo Squalo ha sulle gambe 290 chilometri ed attinge alle residue energie che gli sono rimaste. Riesce a contenere il  recupero del gruppo nell’ordine di un secondo ogni cento metri. Non si volta mai a guardare e sul traguardo ha ancora cinque metri su Caleb Ewan ed il francese Arnaud Demare che regolano il gruppo accreditato del suo stesso tempo.
Nibali è ormai un mito tutto italiano: gambe, cuore e coraggio. Un ragazzo del Sud, come tanti altri, pronti a far grande il Bel Paese anche senza il reddito di cittadinanza!
Leggi tutto...

Rugby 6 Nazioni - Ancora cardi amarissimi per gli Azzurri - GALLERIA FOTOGRAFICA

  • Pubblicato in Rugby
rugby roma ita scoz 18 21
(foto di Alessio Argentieri)
Racconto di Italia–Scozia nella giornata di chiusura del 6 Nazioni 2018.
Roma, Sabato 17 Marzo 2018- L’ultima giornata del Torneo 6 Nazioni 2018 comincia con la certezza matematica del primo posto per l’Irlanda e dell’ultimo, ancora una volta, per l’Italia. È l’orgoglio il tema del giorno, per i verdi che tenteranno di farsi un bel regalo per il St. Patrick’s day, un grande slam da conquistare contro l’Inghilterra a Twickenham. Per l’Italia a Roma, invece, l’opportunità di far bella figura contro la Scozia.
È di rito un giro preliminare nel Terzo Tempo Village. Quando abbondano i kilt e le cornamuse è tutto più bello, nonostante il cielo grigio.
Lo stand del Museo del Rugby è presidiato dal suo direttore Corrado Mattoccia, si vede anche l’ex tallonatore azzurro Carlo Festuccia.
Si va dentro lo Stadio Olimpico, che oggi accoglie 60.412 spettatori. Italia in maglia bianca con numeri dorati sulle spalle (illeggibili per i poveri cronisti miopi), scozzesi tutti in blu.
L’ingresso in campo delle due squadre è impreziosito dalla presenza delle delegazioni dei giovani giocatori che domani a Roma disputeranno il Torneo dedicato a Rocco Caligiuri; la parte musicale oggi la garantiscono le cornamuse e la banda dei Carabinieri.
A complemento segnaliamo l’ingresso al 77’ del nostro prediletto Oliviero Fabiani, che rileva il tallonatore titolare Leo Ghiraldini, per un cruciale scampolo di partita. È la sua prima volta all’Olimpico, contiamo anche su di lui per il futuro di questa Nazionale.
Nell’analisi a caldo concordiamo con gli esperti cronisti che ci circondano nel considerare il bilancio dei calci di punizione (nel secondo tempo il fiscalissimo arbitro francese ne ha concessi tanti a favore degli scozzesi e uno solo per l’Italia) la chiave della partita.
L’Italia è stata beffata dall’astuzia e dall’esperienza degli avversari, che stavolta non sono stati più forti. Lo testimonia l’elezione a man of the match del numero 10 italiano Tommaso Allan, che però ha l’effetto del sale sulle ferite.
Note positive della cocente sconfitta: forse Conor O’Shea ha portato a compimento il suo primo obiettivo, elevando l’Italia ad un livello internazionale, consentendole di mettere paura ad una squadra in crescita, dopo anni bui, quale è la Scozia.
Siamo però, con 27 mete al passivo, ultimi in classifica, con cucchiaio di legno e whitewash grazie all’en plein di sconfitte, che incrementano lo sgradevole record di consecutività. La conclusione purtroppo non può che ricollegarsi a quanto già detto in passato, ed oggi gli spinosi cardi hanno il sapore, più amaro che mai, dell’occasione mancata.
Ci consola il bel sole romano, promessa di primavera imminente, che rende ancora più accogliente il pomeriggio al Terzo Tempo Village, le cui immagini sono raccolte nella galleria fotografica.
Conferenza stampa Italia
Conor O’Shea glissa sull’arbitro, come è suo stile, ma si professa “distrutto” per i suoi giocatori e per i tifosi, nessuno era venuto per perdere; l’ottimismo del nostro nocchiero, però, c’è sempre: dice “I know where we are going (So in che direzione stiamo andando)" e “the only way to learn for young players is to be out there (L'unico modo per i giocatori giovani di imparare, è andare li fuori sul campo)”. Conviene credergli.
Secondo l’altrettanto afflitto capitano Sergio Parisse, che non riesce a capacitarsi di come la vittoria sia sfumata, la Scozia è stata superiore solo sui drive e nel concretizzare tutti i calci piazzati, capendo che oggi bisognava fare bene le cose semplici.
Ora si comincia già a pensare al prossimo impegno degli azzurri, il tour estivo.
 
Conferenza stampa Scozia
Il CT scozzese Greg Townsend e il capitano John Barclay prendono atto del loro torneo altalenante sulle montagne russe, con tre vittorie (una sugli acerrimi avversari inglesi, arrivati penultimi, impagabile) e due sconfitte. Il bilancio è ovviamente positivo, oggi sono quinti nella classifica mondiale. Sulla partita di oggi “We find a way to win (abbiamo trovato il modo di vincere)", dice il capitano; positive per Townsend la reazione nella ripresa e l’efficacia delle maul.
Risultati 5a giornata: Inghilterra – Irlanda 15-24, Galles- Francia 14-13
Classifica finale: IRLANDA 26, Galles 15, Scozia 13, Francia 11, Inghilterra 10, Italia 1.
 
Leggi tutto...

Ciclismo - “Il Morso dello Squalo!”

ciclismo Nibali mar 18Roma, 17 marzo 2018 - Amici, appassionati di grande ciclismo, mentre scriviamo queste note, devo confessarvi ancora un trasudo d'emozione che fatica ad essere smaltito, perchè l'impresa che ha compiuto oggi Vincenzo Nibali è di quelle che lasciano il segno.
Alla 109° edizione della Milano-Sanremo, lo “Squalo dello Stretto” ha vinto con un'azione da gran fuoriclasse concepita sul Poggio, una rampa corta con qualche metro al 10%, a 11 km. dall'arrivo in un punto dove ha fatto il vuoto più per preparare il terreno al compagno di squadra Colbrelli che non per se stesso; quando ha capito che non si muoveva nessuno ha fatto il ritmo ed ha resistito al ritorno del gruppo dei velocisti, sorpresi dal colpo gobbo dell'italiano, lasciando i posti d'onore all'australiano Ewan, secondo, ed al francese Demare, terzo.
A 33 anni Nibali ha sfruttato una delle ultime occasioni per aggiudicarsi la classica di Primavera, paradossalmente nell'anno in cui era meno accreditato visto che i favoritissimi erano il campione del mondo Sagan ed il polacco Kwiatkowski.
La corsa, una vera e propria maratona di 294 km., ha vissuto uno sviluppo che ha avuto nella parte iniziale anche il concorso della pioggia che per fortuna, nell'avvicinamento a Sanremo, ha lasciato spazio ad un pallido sole.
È iniziata col botto quindi la stagione delle grandi classiche e tra due settimane ci sarà il Giro delle Fiandre, con la partecipazione di Vincenzo Nibali che ancora non lo ha vinto...
Leggi tutto...

NetWest Six Nations. L 'Italia sconfitta dalla Scozia per 29-27- GALLERIA FOTOGRAFICA

  • Pubblicato in Rugby
rugby Ita sco 01 18 20
(dai nostri inviati M.Cordelli, G. Mazzocchi, A. Santicchia e A. Argentieri, sue le foto) 
Nulla da fare per gli azzurri che nel quinto turno del Six Nations deve cedere alla Scozia per 29-27.
Roma, 17 marzo 2018 - Peccato!
L'Italia ha condotto in vantaggio per tutta la partita ed a tratti ha messo sotto gli scozzesi, dovendo cedere ai forti avversari negli ultimi 10 minuti di gioco.
Pagato oltre misura la mancata meta sul finire del primo tempo e la rolling maule da touche, dove la Scozia ha messo in seria difficoltà la nostra difesa.
Gli azzurri hanno interpretato magnificamente la gara.
Azioni in penetrazione che hanno sorpreso gli avversari fin dall'inizio.
Magistrale la segnatura di Allan. L'apertura azzurra al 14' buca con una finta la difesa scozzese per il 10-5. Replica Minozzi al 21' abile a correre verso la meta e schiacciare
l'ovale prima dell'estremo Hogg.
Il primo tempo si chiudeva sul 17-12 anche se nell 'ultima azione i ragazzi del coach O'Shea non riuscivano a segnare la meta che avrebbe scavato il divario decisivo.
La ripresa vedeva una Scozia più decisa. Dalle touche venivano i problemi più grossi. Gli azzurri non riuscivano ad arginare i carretti e da questi venivano le mete Maitland e Hogg.
Il piede di Laidlaw non falliva e al 79 metteva tra i pali 3 punti decisivi.
Finiva tra la delusione dei 60.000 spettatori azzurri 29-27 per la Scozia e a noi il cucchiaio di legno per aver perso tutti i match del Torneo.
 
Roma, Stadio Olimpico – sabato 17 marzo 2018
NatWest 6 Nazioni, V giornata 
Italia v Scozia 27-29 (17-12)
Marcatori: p.t. 6’ cp Allan (3-0),10’ m. Brown (3-5), 14’ m. Allan tr Allan (10-5), 21’ m. Minozzi tr Allan (17-5), 26’ m. Barclay tr Laidlaw (17-12) s.t. 45’ m. Allan tr Allan (24-12), 61’ m. Maitland tr Laidlaw (24-19), 71’ m. Hogg tr Laidlaw (24-26), 76’ cp Allan (27-26), 79’ cp Laidlaw (27-29)
ItaliaMinozzi; Benvenuti (59’ Hayward), Bisegni, Castello (74’ Canna); Bellini; Allan, Violi (67’ Palazzani); Parisse (cap); Polledri (67’ Licata), Negri; Budd, Zanni (53’ Steyn); Ferrari (60’ Pasquali), Ghiraldini (77’ Fabiani), Lovotti (59’ Quaglio)
all. O’Shea
ScoziaHogg; Seymour, Jones (53’ Horne), Grigg; Maitland; Rusell (55’ Price), Laidlaw; Wilson (67’ Denton); Watson, Barclay (cap); Gray J., Swinson (53’ Gray R.); Nel (40’ Fagerson), Brown (40’ Bhatti) , Reid (40’ Mcinnally)
allTownsend
arb. Pascal Gauzere (Francia)
g.d.l. Jerome Garces (Francia), Andrea Brace (Irlanda)
TMO: Marius Jonker (Sudafrica)
Cartellini:
Calciatori: Allan (Italia) 5/5, Laidlaw 4/5
Note: Giornata nuvolosa a Roma.
Spettatori presenti 60.412
NatWest 6 Nations Man of the Match: Tommaso Allan (Italia)
Leggi tutto...

Almanacco del 17 marzo 2018

  • Pubblicato in Marzo

ALMANACCO NEW 3

alman bouquet fiori biancorossi

OGGI

Sabato, 17 Marzo 2018

 È il 76º giorno del calendario gregoriano 

Mancano 289 giorni alla fine dell'anno.

alman bouquet fiori biancorossi

NASCE

1939: Giovanni Trapattoni, CT nazionale, allenatore

di calcio e ex calciatore italiano

1956: Giuseppe, Beppe Visicchio, direttore orchestra,

arrangiatore (Ti lascio una canzone)

1956: Paolo Di Giannantonio, giornalista e conduttore

televisivo (Unomattina )

1974: Maddalena Maggi, attrice e regista teatrale

(Romanzo siciliano - miniserie TV) 

1988: Renzo Rubino, cantantautore

(Il postino - Amami uomo)

MUORE

2006: Andrea Sacco, cantante e musicista, particolare

interprete di canti popolari (n. 1911)

2008: Ninni Maina, cantante, per Lucio Dalla il Frank

Sinatra italiano (Brucia ragazzo, brucia)(n. 1932)

2011: Giorgio Medail, giornalista, autore, conduttore

televisivo e radiofonico (n. 1945)

2011: Alberto Gallitti, montatore, oltre 100 pellicole

cinematografiche e televisive (Sandokan) (n. 1926)

2014: Emilio Delle Piane, attore italiano

(Il giorno del giudizio) (n. 1938)

STRANIERI

1951:nasce Sydne Rome, attrice statunitense

(Il cuore grande delle ragazze)

1964: nasce Rob Lowe, attore statunitense (West Wing)

2016: Larry Drake, attore e doppiatore statunitense

(Boston Legal) (n. 1949)

2016: muore Joe Santos, attore statunitense

(Chronic)(n. 1931)

alman bouquet fiori biancorossi

ACCADDE

461 - muore San Patrizio, missionario e vescovo

cattolico scozzese (n. 385)

1805 – A Milano viene proclamato il Regno d'Italia in

sostituzione della precedente Repubblica italiana

del 26 gennaio 1802. Napoleone Bonaparte, già

Imperatore dei francesi, viene proclamato Re d'Italia

(verrà incoronato nel Duomo di Milano il 26 maggio

dello stesso anno).

1845 - Inghilterra, Stephen Perry brevetta la gomma

vulcanizzata, migliorando il processo conosciuto da

secoli dai nativi americani

1848 - Venezia (Milano seguirà con le 5 giornate

18-22 marzo) si solleva contro il dominio austriaco

1861 – A Torino viene proclamato dal neo Parlamento 

il nuovo Regno d'Italia (1861-1946), con Vittorio

Emanuele II di Savoia come primo re d'Italia e Camillo

Benso di Cavour presidente del primo Governo 

del Regno unitario.

1891 – A Gibilterra si inabissa in un terribile naufragio,

all'interno del porto, il piroscafo britannico Utopia, partito

da Napoli alla volta di New York, col suo carico di

emigranti dell'Italia meridionale: 563 le vittime accertate.

1898 - A New York, John Holland presenta il suo 

sottomarino, che resta in immersione per 100 minuti

1942 - Belzec, nel campo di concentramento nazista 

entra in funzione la prima camera a gas

1972 - In Giappone debutta il treno ad alta

velocità fra Tokyo e Osaka

1986 - Italia, si scopre lo scandalo del vino al metanolo,

23 i morti accertati

1988 - Iraq: Ad Halabja, per ordine di Saddam Hussein,

vengono uccisi col gas (cianogeno) migliaia di curdi

1992: Un'autobomba uccide 29 persone e ne ferisce 242

all'ambasciata israeliana a Buenos Aires, in Argentina

2004: In Germania, tramite l'acceleratore HERA

viene osservato il primo pentaquark contenente

un quark charme

2004: Quello di Giovanni Paolo II diviene il terzo papato

più lungo della storia, dopo Pietro apostolo e Pio IX.

2011 – In occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia solo

per il 2011 viene proclamata festa nazionale.

2013 – Papa Francesco tiene il suo primo Angelus

dinanzi alla gremita Piazza San Pietro

alman bouquet fiori biancorossi

LA CHIESA RICORDA

Santi e Beati

S. Patrizio Vesc.

S. Giuseppe di Arimatea, B. Stefano di Palestrina,

San Corrado di Baviera (di Chiaravalle) 
San Gabriele Lalemant Gesuita,

San Paolo di Cipro Monaco e martire

alman bouquet fiori biancorossi

PROVERBIO

 Chi gira intorno al santuario di San Patrizio

guarisce di ogni male e di ogni vizio 

alman bouquet fiori biancorossi

AFORISMA

 Quanto tempo risparmia chi non sta a guardare

quello che dice o fa o pensa il suo vicino

[Marco Aurelio]

alman bouquet fiori biancorossi

DITELO CON I FIORI

Il significato di - Mordigallina è...

- Voglio un appuntamento

alman bouquet fiori biancorossi

DAI GUINNES DEI PRIMATI

Menahem Asher Silva Vargas, messicano 37enne,

è il fan numero uno di Harry Potter ed è entrato nei

Guinness dei Primati grazie alla sua collezione

di 3.092 gadget relativi a Harry Potter, costituiti da

ritagli di giornale, manifesti pubblicitari, autografi,

oggetti da collezione e molto altro.

alman bouquet fiori biancorossi

PENSIERO DEL MATTINO

Buongiorno. Forse non c’è cosa più bella al mondo

che ricominciare.

alman bouquet fiori biancorossi

MASSIMA DEL GIORNO DIVERTENTE

Con l'esperienza,

ho imparato che il tempo è il miglior maestro.

Ma, gli anni passati a fare esperienza,

mi hanno anche insegnato che il tempo, purtroppo,

uccide tutti i suoi studenti.

(Salvatore Veltri 

alman bouquet fiori biancorossi

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...