Giugno

Almanacco del 21 giugno 2014

OGGI

Sabato, 21 Giugno 2014

NASCE

1811: Carlo Matteucci, fisico, fisiologo e politico italiano

1891: Pier Luigi Nervi, architetto

1905: Jean-Paul Sartre, scrittore, filosofo

1925: Giovanni Spadolini, politico, storico e giornalista italiano

MUORE

1527: all’età di 58 anni Niccolò Machiavelli, statista e filosofo

ACCADDE

1498: gli Ebrei vengono espulsi dalla Bavaria

1788: il New Hampshire è il nono stato a ratificare la Costituzione Americana

1834: Cyrus Hall McCormick brevetta la macchina mietitrice

1948: in funzione il primo programma di archiviazione di dati, il computer è Mark I

1963: papa Paolo VI succede a papa Giovanni XXIII

SI CELEBRA

Norvegia – Vigilia di Mezza Estate

USA – Solstizio d’Estate

Canada – Giornata Nazionale dei Popoli Indigeni del Canada

Alban Heruin – Riti Celtici: Festa del Solstizio d’Estate

Francia – Belgio – Svizzera – Fête de la Musique (Festa della Musica)

LA CHIESA RICORDA

Santi

S. Luigi Gonzaga

S. Albano, S. Demetria, Ss. Rufino e Marzia, S. Lazzaro

Onomastica

Demetria – Demetra

Demetrio è un nome molto antico: nella mitologia greca Demeter 
era la “grande Madre Terra”, una delle dee maggiori.

Il nome era composto da de, “terra”, e metra, “madre”.

Anche l’onomastica cristiana adottò il nome, soprattutto al maschile.

Onomastico

Demetria – Demetra

21 Giugno

PROVERBIO

Amici invan cerchiam

che sian perfetti

io sopporto i tuoi

tu sopporta i miei difetti

AFORISMA

Nondimanco, perchè il nostro libero arbitrio non sia spento, 
iudico poter esser vero che la fortuna sia arbitra della metà delle azioni nostre, 
ma che etiam lei ne lasci governare l’altra metà, o presso, a noi.

[Niccolò Machiavelli]

DITELO CON I FIORI

Il significato di – Ninfea – è…

– Supera la tua freddezza

TEMPO AL TEMPO

Fuoco

1547: un incendio forse doloso distrugge gran parte della città di Mosca.
Oltre 1.700 le vittime

MODI DI DIRE

Ab aeterno (pron. “ab etèrno”)

Latino: dall’eternità. Nell’uso comune, la locuzione è usata col significato
“da tempi remotissimi”.
Deriva dalla teologia, dove più propriamente si adopera
con riferimento alla generazione eterna del Verbo.

Ab imo pèctore

Latino: dal profondo del petto, del cuore. 
Locuzione usata talvolta nel linguaggio comune,
per indicare l’assoluta sincerità e spontaneità di un’affermazione.

A babbo morto

Si dice di prestiti (ma anche di acquisti, eccetera), che chi ha la prospettiva di entrare 
in possesso di un’eredità contrae con qualcuno, generalmente un usuraio, 
promettendo di restituire la somma avuta o di pagare
la cosa acquistata quando avrà ereditato.
La locuzione significa “a data indefinita” e anche, 
a causa degli esosi interessi pretesi dall’usuraio,
“sconsideratamente, in modo avventato”. 
Nel primo caso, dal punto di vista di chi fa il prestito;
nel secondo, da quello dell’incauto che lo contrae.

Guarda anche
Close
Back to top button