Menu
Calcio. Troppo Milan per lo Shkendija

Calcio. Troppo Milan per lo Shkendi…

Roma, 17 agosto 2017 - Il...

Flash - Barcellona:  furgone contro folla sulla Rambla. Ci sono morti e feriti

Flash - Barcellona: furgone contro…

(foto Ansa) Roma, 17 ago...

Calcio. Napoli: buona la prima

Calcio. Napoli: buona la prima

(foto: Ansa) Roma, 16 ago...

Brillantemente risolto il giallo delle gambe di donna  rinvenute nel cassonetto. Recuperato il corpo. Un fermo - VIDEO

Brillantemente risolto il giallo de…

Roma, 16 agosto 2017 - Ap...

Il giallo dell'estate - Due gambe di donna rinvenute in un cassonetto. Sul posto la Scientifica

Il giallo dell'estate - Due gambe d…

(foto repertorio) Roma...

Corea del Nord: alla pronta reazione di Trump, dichiara "prima di sparare osservo azioni Usa"

Corea del Nord: alla pronta reazion…

Roma, 15 agosto 2017 - or...

Burkina Faso - Strage in un locale. 17 morti e 8 feriti

Burkina Faso - Strage in un locale.…

A sparare, sospetti estre...

Calcio. Supercoppa alla Lazio

Calcio. Supercoppa alla Lazio

(foto: Ansa) Roma, 12 ...

Incendi. Arrestato un romeno diciottenne

Incendi. Arrestato un romeno diciot…

(foto repertorio) Monter...

San Lorenzo -Sonetto romano

San Lorenzo -Sonetto romano

(foto rielaborata Gio-G...

Prev Next

Invecchiamento: come e quando, lo decide il cervello

cellule staminali neuronaliRoma, 29 luglio 2017 - Sulla rivista "Nature", sono descritti i risultati dei ricercatori dell'Albert Einstein College, coordinati da Dongsheng Cai, che hanno studiato  le cause dell'invecchiamento.
Gli scienziati hanno così scoperto che al controllo del processo di invecchiamento, è deputato  l'ipotalamo, la struttura del sistema nervoso dalle molteplici funzioni, che agisce attraverso un piccolo gruppo di cellule staminali neuronali ed il cui compito è formare nuovi neuroni. In relazione a come queste vengono dosate,  appaiono i segni dell'età, arrivando anche ad allungare la vita.
Dongsheng Cai ha detto che "Il loro numero cala durante il normale corso della vita, con un'accelerazione nell'invecchiamento", procedimento questo non irreversibile aggiungendo che  invece "rifornendo di nuovo queste cellule, o le molecole da loro prodotte, è infatti possibile rallentare, e perfino annullare, alcuni effetti dell'invecchiamento sul corpo". 
L'importanza e la funzione di questo piccolo gruppo di cellule staminali neuronali è stata dimostrata nei test fatti su topi di mezza età.
Sulle cavie a cui sono state distrutte le staminali dell'ipotalamo, è stato riscontrato un invecchiamento  più rapido ed in molti casi la morte.
Al contrario, ai topi a cui erano state distrutte quelle staminali  ed a quelli 'normali', a cui è stata  iniettata una nuova dose delle staminali individuate dai ricercatori, gli scienziati hanno  potuto riscontrare che l'invecchiamento è rallentato e alcuni suoi effetti sono stati annullati.
Ci avviamo verso l'immortalità?
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...