Menu
Giochi di magia matematica al Centrale Preneste di Roma

Giochi di magia matematica al Centr…

Un pomeriggio tutto parti...

La luce del Sole è l’ombra di Dio

La luce del Sole è l’ombra di Dio

È con piacere, anche se...

Serie A. Anticipo 8a giornata. Ombre azzurre

Serie A. Anticipo 8a giornata. Ombr…

Il Napoli e la Lazio si a...

Il top del calcio mondiale nel nuovo album della Panini

Il top del calcio mondiale nel nuov…

“Panini FIFA 365” è la nu...

News - Battisti - Prende corpo la nostra ipotesi.. Estradizione congelata

News - Battisti - Prende corpo la n…

Brasilia, 14 ottobre 2017...

Racconti di sport. Meroni

Racconti di sport. Meroni

Il 15 ottobre di 50 anni ...

Al Teatro Centrale Preneste la nuova stagione della Rassegna Infanzie in gioco

Al Teatro Centrale Preneste la nuov…

Roma, 13 ottobre 2017 - L...

Prev Next

Rischioso fare i conti senza l’oste

parlamento colla logoRoma, 19 settembre 2017 - È veramente sconcertante e deprimente la sfrenata bramosia della nostra classe politica affannata,come sempre, a conquistare o mantenere una poltrona o semplicemente uno strapuntino nella “stanza dei bottoni”.
Ancora una volta, il trasformismo compromissorio e la messa all’asta della propria dignità politica vengono sacrificati sull’altare del proprio tornaconto, ignorando platealmente la logica del buon Governo e soluzione dei principali e più urgenti problemi del Paese.
Nei prossimi giorni si voterà in Sicilia per le regionali e tra qualche mese ci saranno le elezioni politiche generali sul cui esito gravano molte incognite e pesanti incertezze.
Ebbene, non abbiamo ancora una nuova legge elettorale, né  sappiamo molto su quella con cui, in un modo o nell’altro,  dobbiamo esprimere il nostro voto, Consulta permettendo.
L’aspetto più inquietante è che tutti fanno promesse già fatte e ripetute come la riduzione delle tasse, sgravi per le imprese finalizzati ad incentivare gli investimenti, riforma dell’estenuante burocrazia ed altri stucchevoli sermoni  del genere senza mai precisare tempi e modi di applicazione per cui non si crede più a niente ed a nessuno.
Ma questi signori del centrosinistra, del centrodestra e dei rimasugli del Centro  che  trascorrono le loro giornate a trattare platealmente o sottobanco. davvero credono di avere il sostegno incondizionato di “un popolo bue” che li segue sempre e comunque ?.
Molto probabilmente costoro non hanno mai letto o non capito l’ammonimento del vecchio adagio quando invita gli interessati a “non fare mai i conti senza l’Oste”.
Con tutto il rispetto per gli “addetti ai lavori” dell’Ente preposto alle statistiche e per i sondaggisti di comodo che si danno molto da fare, l’Italia non può ritenersi fuori della crisi economica perchè alcuni dati come l’occupazione e la disoccupazione contrastano tra di loro e per quanto riguarda la crescita nei Paesi dell’Unione Europea abbiamo dietro soltanto la Grecia.
Giova ricordare che nel PD la lotta per la premiership, che tantissimi davano per scontata  a favore di Renzi. appare un po’ incerta perché aumenta la popolarità di Gentiloni ritenuto molto capace ed accattivante.
Nel centrodestra non è stata fatta nessuna scelta  e quasi tutti sono convinti che l’ultraottantenne Berlusconi non ha nei suoi programmi la scalata a Palazzo Chigi.
Quanto al Movimento pentastellato, Il candidato Di Maio non andrà da nessuna parte se si ostina a rifiutare intese ed alleanze con chicchessia.
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...