Menu

Attualita.it - Articoli filtrati per data: Venerdì, 12 Gennaio 2018

Una sentenza predestinata ad arrivare “fuori tempo massimo”

iqoption pastepay corte europeaRoma, 12 gennaio 2018 - Da troppo tempo ormai, la lentezza esasperante della giustizia italiana viene puntualmente e sistematicamente denunciata e condannata dai legali rappresentanti dell’Unione Europea con effetti irrilevanti e nessuno ha mai eccepito nulla perché è una verità che sta sotto gli occhi di tutti.

Le perplessità sorgono, semmai, quando vengono conosciuti e verificate le procedure e la tempistica della Suprema Corte dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo, le cui decisioni sono definitive ed inappellabili che possono influire su singoli individui ed intere comunità.

Preso, quindi, atto che la stessa Corte impiega tempi biblici, sorge spontanea la domanda:” ma da quale pulpito viene la predica?”.

Non siamo certamente noi i difensori d’ufficio di Silvio Berlusconi (può permettersene anche troppi), non portiamo in tasca tessere di Forza Italia, né facciamo il tifo il centro-destra, tuttavia, stando a contatto con la gente comune, si recepisce il disappunto per quanto sta accadendo.

Infatti, dopo circa 3 anni dal ricorso presentato dai legali dell’ex Presidente del Consiglio, a tutt'oggi non si sa nulla sulla scottante vicenda.

È ovvio che qualora venisse giudicato colpevole paghi il suo debito con la giustizia, ma in caso contrario non si può tenere sulla graticola accesa un personaggio impegnatissimo sia come politico che come imprenditore.

Immaginiamo, con larghissima approssimazione, che l’ultra 80enne ex cavaliere non aspiri più ad insediarsi nuovamente a Palazzo Chigi, ma è certo che, essendo impegnato come coordinatore, tessitore e mediatore di un ambizioso raggruppamento politico alla vigilia delle elezioni  generale del Paese dall’esito assai incerto, una sentenza di innocenza o di condanna potrebbe provocare effetti molto importanti.

Sembra, però, che il pronunciamento arrivi dopo la data delle elezioni e, quindi, “fuori tempo massimo” perché, molto verosimilmente, anche i giudici della Suprema Corte, sono consapevoli dei risvolti notevoli che provocherebbe una condanna od un assoluzione in un appuntamento così importante per la nostra vita democratica per cui il rinvio  viene già dato per scontato.

Leggi tutto...

L'ex sindaco Marino condannato in appello per gli scontrini

  • Pubblicato in Roma
ignazio marino cenaRoma, 12 gennaio 2018 - Era stato assolto in primo grado l'ex sindaco di Roma Ignazio Marino per peculato e falso per una cinquantina di cene pagate con la carta di credito rilasciatagli per il mandato dall'amministrazione capitolina nonchè per truffa per le consulenze della Onlus Imagine.
Nel processo di appello, dinanzi alla III Sezione, il procuratore generale Vincenzo Saveriano aveva chiesto per lui una condanna a due anni e mezzo.
I Giudici, confermando l'assoluzione per l'accusa di truffa, hanno invece condannato l'ex sindaco alla pena di anni due di reclusione per i reati di "peculato e falso".
Marino,  accompagnato dal suo avvocato difensore Enzo Musco , ha detto che  è una  "sentenza dal sapore politico in vista delle elezioni" precisando poi "Non ho mai speso un euro di soldi pubblici per fini privati". Infine,  ha promesso che continuerà la sua battaglia in terzo grado, in Cassazione.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...

World of gaming and gaming droppable amount into bank Refereum ico review of police in New York of bitсoins
Do you wanna know the ico review? Live and up-to date
sandbox smoking revenue rechargeable LiveEduico review education zillah
bucks of gas here Lympo ICO review absolutely not bitсoins
slap bans snap bans pine bins and viso ICO review bitcoin task bitcoin talk and
buy cheap essay essay service discount here
buy cheap thesis topic and speedypaper review here
buy cheap thesis topic and speedypaper discount here
start framing to our form starbucks in english ENDED ICO of bitсoins