Menu
Parenti albanesi ladro, a bocca asciutta. Archiviata accusa omicidio

Parenti albanesi ladro, a bocca asc…

Questa volta non ha funzi...

Flash  - San Giorgio a Cremano: offensiva al "clan Troia". 38 arresti

Flash - San Giorgio a Cremano: off…

Roma, 12 dicembre 2017 - ...

Serie A,  16a giornata 2017  - Lazio matata, ma la VAR?

Serie A, 16a giornata 2017 - Lazi…

Roma, 11 dicembre 2017 - ...

Calcio. Buon sorteggio per le italiane

Calcio. Buon sorteggio per le itali…

L’urna è benevola con le ...

Serie A,  16a giornata 2017 - Frenano Napoli e Roma, ripresina Milan

Serie A, 16a giornata 2017 - Frena…

Roma, 10 dicembre 2017 - ...

Racconti di sport. Forza Roma, Forza Lando

Racconti di sport. Forza Roma, Forz…

“Forza Roma, Forza Lupi. ...

Serie A. 16a giornata. Tanto rumore per nulla

Serie A. 16a giornata. Tanto rumore…

L’attesissima e strombazz...

Addio al cantante-attore romano Lando Fiorini

Addio al cantante-attore romano Lan…

Roma, 09 dicembre 2017 - ...

Home ......Home

Home ......Home

dalla nostra corrispond...

Europa League. È grande Atalanta

Europa League. È grande Atalanta

I bergamaschi battono il ...

Prev Next

Serie A. 13ma giornata. Cambio della guardia

calcio icardi inter atalanta nov 17La Juve perde in casa della Sampdoria e si stacca dal Napoli. L’Inter batte l’Atalanta e la scavalca issandosi al secondo posto. - CLASSIFICA
Roma, 19 novembre – Che tonfo, la Juve. Perde 3-2 in casa della Sampdoria e viene scavalcata dall’Inter, ora secondo a due punti dal Napoli grazie al successo casalingo per 2-0 con l’Atalanta (doppietta di Icardi). Un cambio della guardia nella piazza d’onore che fa molto male ai bianconeri, battuti in Liguria dalla bella Sampdoria costruita da Pradé (un vero uomo-mercato, troppo sottovalutato) e Giampaolo. Zapata, Torreira e Ferrari la portano addirittura sul 3-0, poi Higuain su rigore e Dybala (ma solo al 94’) accorciano le distanze. Allegri dovrà rimettere a posto i cocci di un vaso che sembra essersi rotto e dice: “È una sconfitta che mi lascia a bocca aperta!”.
L’Inter di Spalletti, invece, va che è una meraviglia: ha un bomber vero (Icardi), non gioca le coppe (dunque può concentrarsi solo sul campionato e con impegni molto distanti tra loro) e ha grande autostima, rafforzata dal fatto di essere una delle poche squadre ad aver strappato punti al Napoli capolista e alla Roma a casa loro. Poi ha vinto il derby e ha battuto l’Atalanta a Milano. I motivi per crederci sono molti e il campionato, finalmente, è bello, con le prime sei racchiuse in 9 punti (ma Roma, Lazio e Sampdoria devono recuperare una partita). Dietro c’è il vuoto, visto che il Milan è 7 punti sotto alla Samp.
In coda importante vittoria del Genoa in casa del Crotone con gol di Rigoni, mentre la SPAL ferma la Fiorentina sull’1-1 (reti di Paloschi e Chiesa) e il Cagliari vince 1-0 a Udine grazie a Joao Pedro. Il Benevento perde anche con il Sassuolo (che vince 2-1 in Campania con le reti di Matri e Peluso, inutile il gol di Armenteros), mentre Torino-Chievo finisce 1-1 con le marcature di Hetemaj e Baselli e un rigore sbagliato da Belotti.
Domani sera la 13ma giornata si chiuderà con il posticipo Verona-Bologna.
CLASSIFICA: Napoli 35; Inter 33; Juventus 31; Roma 30; Lazio 28; Sampdoria 26; Milan 19; Torino 18; Fiorentina e Chievo 17; Atalanta 16; Cagliari 15; Bologna 14; Udinese e Crotone 12; Sassuolo 11; SPAL 10; Genoa 9; Verona 6; Benevento 0.
Roma, Sampdoria, Lazio, Udinese, Bologna e Verona 1 partita in meno
Ultima modifica ilDomenica, 19 Novembre 2017 23:04
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...