Menu
News - Messico, oltre 150 le vittime del terremoto. Crollo di un collegio. Morti 20 bambini.  38 dispersi

News - Messico, oltre 150 le vittim…

(foto Ansa/Epa) Roma, 20...

Serie a - La VAR aiuta ancora l’Inter

Serie a - La VAR aiuta ancora l’Int…

Nell’anticipo del turno i...

Rischioso fare i conti senza l’oste

Rischioso fare i conti senza l’oste

Roma, 19 settembre 2017 -...

Cosa succede nella Capitale? Tedesca legata e violentata  nel parco di Villa Borghese. Terzo caso in tre giorni

Cosa succede nella Capitale? Tedesc…

Roma, 18 settembre 2017...

Serie A,  4a giornata 2017 - Prime fughe in serie A

Serie A, 4a giornata 2017 - Prime …

Roma, 17 settembre 2017...

Tenta di incendiare il portone del Comune. Indagini sulle motivazioni. Fermato

Tenta di incendiare il portone del …

Cesinali (AV) 17 settembr...

Racconti di sport. Voltati Eugenio

Racconti di sport. Voltati Eugenio

Roma, 17 settembre 2017  ...

Serie A - Anticipo 4a giornata

Serie A - Anticipo 4a giornata

(foto Lapresse) Roma, 16...

La stagione della IUC

La stagione della IUC

Una tavolozza di tinte ac...

Gli ungheresi di Roma e Lazio

Gli ungheresi di Roma e Lazio

Una bella mostra dell’Acc...

Prev Next

Champions League. Avanti Juve!

calcio bonucci barc juve champ 2017Con una partita accorta e perfetta la Juve fa 0-0 a Barcellona e va in semifinale, dove ad attenderla troverà le due squadre di Madrid e il Monaco. Sorteggio venerdì.

Roma, 18 aprile – C’è poca epica e molta sostanza nella qualificazione della Juve alle semifinali di Champions. La poesia i bianconeri l’avevano recitata all’andata a Torino, con le perle di Dybala. Al Camp Nou hanno messo in campo la prosa, fatta di grinta, ranghi compatti, determinazione e raddoppi di marcatura per lasciare pochissimi spazi agli assi del Barcellona, che se hanno campo diventano micidiali. La Juve non glielo ha concesso e i padroni di casa si sono dovuti accontentare di qualche tiro da fuori soprattutto di Messi, di tanti cross spesso preda dei difensori bianconeri e di tanto possesso palla che non potevano (e non hanno potuto) portare alla “remuntada”. Presochè insuperabili Bonucci, Chiellini e Barzagli, ottimo il lavoro svolto a centrocampo da Khedira, Pjanic e Cuadrado. Bene l’ex Dani Alves e Mandzukic. Ovviamente in ombra Higuain, ma non poteva essere la sua partita.

Così la Juve ha eliminato il Barcellona, che veniva da 15 vittorie consecutive in casa in Champions e che ne ha vinte 4 negli ultimi 12 anni.

Anche per questo è stato salutato con sbandierata meravigliosa da tutti i tifosi del Camp Nou.

Nell’altro quarto di finale,  il Monaco ha bissato il successo dell’andata a Dortmund ed è volato in semifinale insieme alla Juventus, al Real Madrid e all’Atletico Madrid. Ovviamente i bianconeri sperano di pescare proprio i francesi nel sorteggio di venerdì, lasciando le due spagnole all’ennesimo derby di Champions degli ultimi anni.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...