Menu
Giochi di magia matematica al Centrale Preneste di Roma

Giochi di magia matematica al Centr…

Un pomeriggio tutto parti...

La luce del Sole è l’ombra di Dio

La luce del Sole è l’ombra di Dio

È con piacere, anche se...

Serie A. Anticipo 8a giornata. Ombre azzurre

Serie A. Anticipo 8a giornata. Ombr…

Il Napoli e la Lazio si a...

Il top del calcio mondiale nel nuovo album della Panini

Il top del calcio mondiale nel nuov…

“Panini FIFA 365” è la nu...

News - Battisti - Prende corpo la nostra ipotesi.. Estradizione congelata

News - Battisti - Prende corpo la n…

Brasilia, 14 ottobre 2017...

Racconti di sport. Meroni

Racconti di sport. Meroni

Il 15 ottobre di 50 anni ...

Al Teatro Centrale Preneste la nuova stagione della Rassegna Infanzie in gioco

Al Teatro Centrale Preneste la nuov…

Roma, 13 ottobre 2017 - L...

Prev Next

Danneggia tre volte una Chiesa cattolica e colleziona 5 denunce in cinque giorni. Picchia gli Agenti. Arrestato

ps arrestoRoma, 19 settembre 2017 -  Per logica, sa di avere l'immunità nel danneggiare le Chiese cristiane anche perchè la sua accoglienza è ben caldeggiata dal capo supremo dei cristiani sulla terra.

Così un 31enne nigeriano, per ben tre giorni consecutivi è entrato nella chiesa dedicata ai  Santi Simone e Giuda Taddeo di via di Torrenova danneggiando alcuni vasi ed un'immagine sacra. Intervento dei  Poliziotti del Commissariato Casilino, un poco di scena di agitazione ed accompagnamento al policlinico Tor  Vergata da dove però si è subito allontanato. Denuncia in stato di libertà.

Il giorno successivo, è tornato in  Chiesa per finire di danneggiare le suppellettili. Altra denuncia da parte dei Poliziotti.

Il terzo giorno, i Santi hanno ricevuto una nuova visita di non cortesia. Infatti il nigeriano è tornato per danneggiare una statua. Intervento della Polizia di Stato e altra denuncia con la benedizione papale.

Avendo completato la sua opera in Chiesa, sempre lo stesso uomo, ha dirottato la sua attenzione ai vasi di un condominio di via Dionisio. Intervento delle volanti e  siamo alla quarta denuncia in quattro giorni.

Ieri, quinto giorno, numerose telefonate al "112" allertavano la Polizia per la presenza di un uomo che, armato di piccone, stava danneggiando l'interno di un supermercato, minacciando i passanti. Sul posto, sempre lo stesso nigeriano! Le volanti sono subito intervenute e gli agenti, dopo averlo disarmato e bloccato, hanno cercato di farlo entrare nell’auto di servizio.  L'energumeno, all’improvviso, con una vigorosa spinta contro gli Agenti che riportavano lesioni, ha cercato di fuggire ma è stato comunque raggiunto e nuovamente bloccato e fatto salire sull'autoradio. In Commissariato, l’uomo è stato arrestato per rispondere di "resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale  nonché di danneggiamento aggravato e continuato".

Forse lo straniero ignora le leggi italiane, come ha suggerito un personaggio nei giorni scorsi. Allora, perchè non viene applicata nei suoi confronti la legge nigeriana? E perchè, visto che non sembra sia un personaggio che contribuisce a pagare le pensioni degli italiani e tenuto conto della sua pericolosità, non viene espulso dal territorio nazionale? O si attende un altro Kabobo per fingere di scandalizzarsi?

Ultima modifica ilMercoledì, 20 Settembre 2017 18:08
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...