Menu
Serie a - La VAR aiuta ancora l’Inter

Serie a - La VAR aiuta ancora l’Int…

Nell’anticipo del turno i...

Rischioso fare i conti senza l’oste

Rischioso fare i conti senza l’oste

Roma, 19 settembre 2017 -...

Cosa succede nella Capitale? Tedesca legata e violentata  nel parco di Villa Borghese. Terzo caso in tre giorni

Cosa succede nella Capitale? Tedesc…

Roma, 18 settembre 2017...

Serie A,  4a giornata 2017 - Prime fughe in serie A

Serie A, 4a giornata 2017 - Prime …

Roma, 17 settembre 2017...

Tenta di incendiare il portone del Comune. Indagini sulle motivazioni. Fermato

Tenta di incendiare il portone del …

Cesinali (AV) 17 settembr...

Racconti di sport. Voltati Eugenio

Racconti di sport. Voltati Eugenio

Roma, 17 settembre 2017  ...

Serie A - Anticipo 4a giornata

Serie A - Anticipo 4a giornata

(foto Lapresse) Roma, 16...

La stagione della IUC

La stagione della IUC

Una tavolozza di tinte ac...

Gli ungheresi di Roma e Lazio

Gli ungheresi di Roma e Lazio

Una bella mostra dell’Acc...

SOS sport italiano - Anche Calcio e Basket in crisi. Tutto da rifare

SOS sport italiano - Anche Calcio e…

Roma, 15 settembre 2017 -...

Prev Next

Pregiudicata dominicana, con due complici romani, approfittava dei permessi del Sert per fingersi badante e rapinare anziani - VIDEO

cc arresto donnaRoma, 16 maggio 2017 - Era stato trovato dal figlio in casa, privo di sensi, un anziano signore. Dall'abitazione, erano spariti tutti i preziosi  e oggetti di valore mentre, con lec carte di credito, erano stati effettuati dei prelievi. Soccorso dal 118, gli accertamenti clinici  rilevavano che all'anziano era stato somministrato un  tranquillante-sonnifero.

La vittima allora raccontava al figlio di aver messo un annuncio alla ricerca di una badante, ricevendo la risposta positiva da parte di una dominicana. Fissato l'appuntamento a casa dell'anziano  e  superato il breve colloquio, la dominicana preparava una bevanda. Dopo averla bevuta, egli  si era addormentato venendo trovato poi narcotizzato dal figlio.

L'episodio veniva denunciato ai Carabinieri della Stazione di Roma-Prenestina che avviavano le indagini dai luoghi ove erano stati prelevati i soldi e fatti acquisti con le carte di credito.

Le lunghe e laboriose attività investigative, coordinate dal PM del  gruppo reati contro il patrimonio della Procura della Repubblica di Roma,  permettevano di ricostruire - già in due casi - la dinamica degli eventi delittuosi.

La dominicana, quarantenne, rispondeva sotto falso nome e telefonicamente, ai loro annunci pubblicati sul web. Previo appuntamento, si recava presso le loro abitazioni e, con modi gentili e aggraziati,  carpiva la fiducia degli anziani. Quindi, preparava una bevanda nella quale, non vista,  versava  una sostanza tranquillante (benzodiazepine).

Gli effetti del medicinale non si facevano attendere ed una volta che gli anziani si addormentavano, approfittando del loro stato di incapacità di intendere e di volere, riusciva ad impossessarsi dei loro beni di valore rovistando in ogni stanza coadiuvata da due complici, un 38enne ed una 43enne ambedue romani, che dopo averla accompagnata sul posto dell'appuntamento, attendevano il via per salire e svuotare l'appartamento ed occupandosi poi dei prelievi agli sportelli bancomat nonchè provvedere agli acquisti con le carte di credito rubate e piazzare la refurtiva.

I tre venivano compiutamente identificati  e, grande la sorpresa per gli inquirenti nello scoprire che la dominicana, posta agli arresti domiciliari, approfittava dei benefici concessigli quale il permesso per recarsi al Sert, per fissare gli appuntamenti e rapinare gli anziani.

Sulla base degli elementi  di prova raccolti, la Procura richiedeva ed otteneva dal Gip del Tribunale di  Roma un'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dei tre complici, per "rapina ed altro", provvedimento che è stato eseguito stamane.

Le indagini proseguono al fine di accertare se vi sono state altre vittime.

Ultima modifica ilMartedì, 16 Maggio 2017 14:57
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...