Menu
"Guerra e pace - dall’Isonzo ai giorni nostri"

"Guerra e pace - dall’Isonzo a…

Legnano, 23 novembre 2017...

Champions League  -  Juve e Roma rimandate!

Champions League - Juve e Roma ri…

Roma, 22 novembre 2017 - ...

III Edizione del Premio Sicurezza

III Edizione del Premio Sicurezza

Roma, 22 novembre 2017 - ...

Dopo 76 anni, incontro telematico fra Giuseppe Palagi e Luigi Solinas, gli ultimi due Leoni Carabinieri Reali Paracadutisti, reduci della battaglia di Eluet El Asel del 1941. VIDEO AMPIA GALLERIA FOTOGRAFICA

Dopo 76 anni, incontro telematico f…

Cronaca di un evento orma...

Champions League. Il Napoli resta in corsa

Champions League. Il Napoli resta i…

Con un grande secondo tem...

Champions League. Il Napoli resta in corsa

Champions League. Il Napoli resta i…

Con un grande secondo tem...

Champions League. Il Napoli resta in corsa

Champions League. Il Napoli resta i…

Con un grande secondo tem...

Con Amatrice nel cuore, il 5 dicembre  il  Maestro Zampieri accompagnerà la famosa virtuosa di Flauto di Pan, Andreea Chira

Con Amatrice nel cuore, il 5 dicemb…

Allo scopo di contribuire...

Riuscirà Fassino a ricompattare il Pd ?

Riuscirà Fassino a ricompattare il …

L’impresa affidata da Ren...

Serie A. 13ma giornata. Cambio della guardia

Serie A. 13ma giornata. Cambio dell…

La Juve perde in casa del...

Prev Next

Le inutilità italiane. Turista deturpa il Colosseo ma anzichè fargli pagare una pena pecuniaria, viene giudicato con un vano processo

cc pza dante scritta colosseoRoma, 11 aprile 2017 - Ancora un danneggiamento mediante la scritta su un pilastro dell'Anfiteatro Flavio.
Questa volta, a deturpare il Colosseo, una famiglia ecuadoregna che è stata sorpresa dal personale della Soprintendenza Speciale del Colosseo addetto alla vigilanza interna del prezioso monumento mentre l'uomo, con una moneta da un euro, lasciava traccia della sua visita  incidendo la scritta "“RACHID 2017” e “DIANA”, nomi della moglie e della figlia.
Immediato l'intervento dei Carabinieri  della Stazione Roma piazza Dante, in servizio di Stazione Mobile nella piazza antistante l’ingresso pedonale al Colosseo, i quali hanno accompagnato l'uomo, 55enne, nella vicina caserma dei Carabinieri di via Tasso e denunciato a piede libero con l’accusa di danneggiamento aggravato su edifici d’interesse storico e artistico.
Certamente non ha ucciso nessuno, ma la domanda sorge spontanea. A cosa serve denunciarlo, attivando una causa penale che non ha alcun senso tenuto conto che, al termine della vacanza, l'imputato rientra in Ecuador ed il processo finirà nel calderone, magari con una pena pecuniaria o condanna penale puramente simbolica  e   dove l'unico che potrà pagare, sarà il teste che, involontariamente, non si presenta all'inutile udienza?
Non sarebbe molto più semplice comminare una pena pecuniaria - e quella si che  avrebbe effetto! -  con la quale sanzionare immediatamente il deturpamento abbinata al ritiro del passaporto, impedendogli la partenza finchè non l'ha saldata, magari ricorrendo ad un prestito attraverso la sua ambasciata?
Ma queste sono solo utopie. Meglio intasare la Giustizia con inutili inezie...
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...