Menu
Parenti albanesi ladro, a bocca asciutta. Archiviata accusa omicidio

Parenti albanesi ladro, a bocca asc…

Questa volta non ha funzi...

Flash  - San Giorgio a Cremano: offensiva al "clan Troia". 38 arresti

Flash - San Giorgio a Cremano: off…

Roma, 12 dicembre 2017 - ...

Serie A,  16a giornata 2017  - Lazio matata, ma la VAR?

Serie A, 16a giornata 2017 - Lazi…

Roma, 11 dicembre 2017 - ...

Calcio. Buon sorteggio per le italiane

Calcio. Buon sorteggio per le itali…

L’urna è benevola con le ...

Serie A,  16a giornata 2017 - Frenano Napoli e Roma, ripresina Milan

Serie A, 16a giornata 2017 - Frena…

Roma, 10 dicembre 2017 - ...

Racconti di sport. Forza Roma, Forza Lando

Racconti di sport. Forza Roma, Forz…

“Forza Roma, Forza Lupi. ...

Serie A. 16a giornata. Tanto rumore per nulla

Serie A. 16a giornata. Tanto rumore…

L’attesissima e strombazz...

Addio al cantante-attore romano Lando Fiorini

Addio al cantante-attore romano Lan…

Roma, 09 dicembre 2017 - ...

Home ......Home

Home ......Home

dalla nostra corrispond...

Europa League. È grande Atalanta

Europa League. È grande Atalanta

I bergamaschi battono il ...

Prev Next

News - Battisti. Temer revoca asilo politico. L'ex terrorista, per lui, invoca la legge

Battisti brindaLa decisione però spetta al Tribunale supremo

Roma, 12 ottobre 2017 - Secondo quanto riportato dai media locali,  il presidente brasiliano Michel Temer avrebbe deciso  di revocare l'asilo politico concesso  con il decreto Lula (ex presidente condannato pochi giorni fa a 9 anni e 6 mesi per corruzione e con altri 4 processi pendenti!) all'ex terrorista dei Pac (Proletari armati comunisti), Cesare Battisti  condannato in Italia all'ergastolo per quattro omicidi, arrestato a Corumbà e subito  scarcerato invocando l' "habeas corpus" (l'istituto giuridico a tutela delle libertà individuali).

Battisti, dopo essersi fatto riprendere brindando al nuovo rilascio, intervistato ha avuto l'ardire di invocare per lui il rispetto delle leggi!  "Non stavo fuggendo, in Brasile sono protetto", aveva dichiarato, ribadendo che "sarebbe illegale rimandarlo in Italia".  

La decisione finale, comunque, spetta al Supremo tribunale federale (Stf), chiamato a decidere se accettare o meno il riconoscimento dell'habeas corpus, concessogli dal giudice la scorsa settimana.

Secondo fonti vicine a Temer citate dai media brasiliani, se Luis Fux, il magistrato dell'alta corte che deve esaminare il caso, tardasse troppo nel prendere una decisione, l'ufficio legale della presidenza potrebbe emettere un parere ufficiale che renderebbe inevitabile l'estradizione di Battisti verso l'Italia. Le stesse fonti hanno spiegato che comunque "l'opzione meno probabile" è che il Stf conceda all'ex terrorista l'habeas corpus.  

Noi, però, avanziamo un'altra ipotesi. Poichè il Governo di Temer, anch'egli indagato, secondo gli organi di stampa,  in altro processo con lo stesso ex presidente  LuizInácio Lula da Silva, cerca di mantenere i buoni rapporti con l'Italia e con lo stesso Lula, per salvare capre e cavoli,  un'ottima strada sarebbe revocare il decreto di Lula e scaricare poi sulla magistratura brasiliana la responsabilità della decisione di un diniego.


Ultima modifica ilGiovedì, 19 Ottobre 2017 07:17
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...