Menu
Serie A, 25ma giornata 2018 - Conferma Roma, Inter a picco

Serie A, 25ma giornata 2018 - Confe…

Roma, 17 febbraio 2018 - ...

Rugby Eccellenza Tredicesima giornata. Perde il Calvisano

Rugby Eccellenza Tredicesima giorna…

Ne approfittano Rovigo e ...

Ad una sinistra spacchettata, si oppone un centro-destra “litigarello”

Ad una sinistra spacchettata, si op…

Roma, 17 febbraio 2018 - ...

Olimpiadi di legno per l’Italia di Matteo Rizzo

Olimpiadi di legno per l’Italia di …

Roma, 17 febbraio 2018 - ...

Alba d’Oro  sull’Italia

Alba d’Oro sull’Italia

(foto Ansa) Vai, vai s...

Europa League andata sedicesimi Italiane, solo Milan!

Europa League andata sedicesimi Ita…

Roma, 15 febbraio 2018 ...

Due Bronzi nella notte olimpica

Due Bronzi nella notte olimpica

Roma,  15 febbraio 2018 -...

Champions League – andata ottavi. La Juve stecca in casa contro il Tottenham

Champions League – andata ottavi. L…

A Torino fa tutto Higua...

Olimpiadi 2018. Oro e Argento all’Italia

Olimpiadi 2018. Oro e Argento all’I…

Roma,   13 febbraio 2018 ...

Teatro del “Rio de la Plata” nel Mediterraneo in scena ad Artemia

Teatro del “Rio de la Plata” nel Me…

Un interessante appuntame...

Prev Next

FATELI ENTRARE

  • Pubblicato in Cultura

Tastylia Oral Strip without prescription

pietrella FATELI ENTRARE barbari sacco di roma 08 09 2017
 
click here FATELI ENTRARE
 
Fateli entrare, disse l'Imperatore d' Oriente, Valente,
e noi aprimmo le porte del Limes e li facemmo entrare.
 
Sono una risorsa per l'Impero, disse il Senato
e noi abbassammo la guardia.
 
Fateli entrare, dissero i Vescovi,
siamo tutti fratelli in Cristo,
e noi orfani ormai dei nostri Dei,
li accogliemmo in pace.
 
È tutta manodopera a basso costo
e per la nostra economia
sono una risorsa irrinunciabile,
dissero i latifondisti e noi deponemmo le armi.
 
Così, aprimmo le frontiere e li facemmo entrare,
aiutandoli perfino con delle zattere
ad attraversare il Danubio in piena,
erano in tanti, un popolo intero,
uomini, donne e bambini,
fuggiti dalla guerra e dalla carestia,
dalla minaccia portata dagli Unni.
 
Decine di migliaia, centinaia di migliaia,
profughi senza piu' una patria e senza futuro,
era il 376 dc.
 
Dopo qualche anno,
gli stessi uomini a cui noi avevamo dato asilo,
saccheggiarono Roma.
 
La Storia insegna,
il futuro è ormai segnato,
e quello che avverrà
è già scritto nel passato...

©Ernesto Pietrella©

Leggi tutto...

Amatrice - Sonetto Romano

  • Pubblicato in Cultura

amatrice zona rossa

Amatrice - Sonetto Romano

Te sei arzato presto de matina,
s' accenne la Radio cor motore
e gela er Core come fa' la brina,
quella notizia fatta de dolore

e guidi piano che ancora e' notte
devi da inizia' cosi', 'n antra giornata,
ma dentro all' occhi, c'hai le Case rotte
e la gente che sta' li', sotto ammazzata.

Trema la Tera, sopra la Montagna
famosa pe la pasta cor Guanciale,
che e' na poesia, quanno se magna.

Che posso fa', te dice dentro er Core,
ma lui sa' sempre datte na risposta,
allora cambi strada, vai do' serve amore.

©Ernesto Pietrella©

Leggi tutto...

San Lorenzo -Sonetto romano

  • Pubblicato in Cultura

pietrella stelle famiglia logo 12 08 17

(foto rielaborata Gio-Gab)

San Lorenzo - Sonetto romano

E pure quest' anno nun c'e' stata,
avoja a scruta' er Celo nella notte
e c' ho passato tutta la nottata,
ma solo scie, lasciate dalle rotte.

E adesso a chi l'affido i desideri,
i sogni, le speranze, l'ambizioni?
Me rimangono sortanto li pensieri
che portano a piu' amare convinzioni.

Forse dovrei anna' dall' Oculista,
oppure ner Deserto o in mezzo ar Mare
sta Stella che cadeva, l'avrei vista.

Ma ner pensiero poi, scopro d'incanto
che a forza da cercalle su' ner Celo,
nun vedevo quelle che c' ho accanto.

©Ernesto Pietrella©

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...