Menu
Serie A,  9a giornata 2017 - Guadagno Roma, ripresa Juventus, conferma Lazio! CLASSIFICA

Serie A, 9a giornata 2017 - Guadag…

Roma, 22 ottobre 2017 - L...

Arrivano i mostri

Arrivano i mostri

Arrivano i mostri Or l...

La "Corsa dei Santi" festeggia il  decimo anniversario

La "Corsa dei Santi" fest…

Roma, 22 ottobre 2017 - S...

Una triste e mesta ricorrenza

Una triste e mesta ricorrenza

A scanso di equivoci o ...

Serie A. Anticipo 9a giornata.  Handanovic para il Napoli

Serie A. Anticipo 9a giornata. Han…

Il portierone dell’Inter ...

Racconti di sport. L’uomo dei canarini

Racconti di sport. L’uomo dei canar…

Romeo Benetti e la rifond...

Racconti di sport - “L’Ala destra”

Racconti di sport - “L’Ala destra”

Roma,  20 ottobre  2017 -...

Europa League 3° turno - Crisi Milan, Atalanta e Lazio OK!

Europa League 3° turno - Crisi Mila…

Roma, 19 ottobre 2017 - T...

L’Italia in Antartide per la XXXIII Campagna estiva del PNRA

L’Italia in Antartide per la XXXIII…

Roma, 19 ottobre 2017 - C...

Prev Next

La storia di Papa Giulio II e di Michelangelo

Dagostino michelangelo giulio II spada logo 07 08 17

La storia di Papa Giulio II e di Michelangelo

Un giorno Papa Giulio disse "E Mo'?
Co sta città intera che ce fo'?
Ce vojono idee e bei cervelli
Pe fammela invidia' da tutti quelli
Che male dicheno der Papa gueriero
Che pensa più a combatte che ar Vangelo".

E Così quel Papa Giulio uscì dall'ombra
E smise di pensare alla sua tomba
Porto' il Maestro dentro alla Sistina
E ordinò di farne opera divina.
Michelangelo perplesso protestò :
"Oh nini co'sto granaio io i che' ci fo'?
Io son scultore assai apprezzato
U'n vado pe' soffitti arrampicato!"
Ma il Papa è il Papa e non si può 
Rispondere ai suoi ordini "Signornò"
Così il Maestro,convinto dai quattrini,
Mise mano a pennelli grossi e fini
E nel giro di quattr'anni solamente
La volta termino' immantinente.
Il risultato fu un capolavoro
E tutti i romani dicevano la loro:
"Troppi gnudi...bella sta figura...
A me me piace .... Sta parte è troppo scura"
E Giulio soddisfatto gongolava
E pure se la tomba sua tardava...
Non gli importava troppo e a ragione:
Di morire non aveva l'intenzione !
Invero la tomba ci mise quarant'anni
Il Maestro tergiversava con inganni
Cambiava progetti e chiedeva più quattrini
Di Giulio spazientiva i nipotini!
Ma il risultato è unico perché 
E lì che il genio mise il suo Mosè.
E che non parli non è proprio vero..
Basta guardarlo e si capisce il suo pensiero:
" Ho il libro della legge del Signore
Che Qualcuno poi vi metterà nel cuore
E se non fate quel che vi comanda
Non sarete un popolo ma banda!"

"LuciaBiagi@Diritti Riservati"

Ultima modifica ilLunedì, 07 Agosto 2017 14:30
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...