Menu
Serie a - La VAR aiuta ancora l’Inter

Serie a - La VAR aiuta ancora l’Int…

Nell’anticipo del turno i...

Rischioso fare i conti senza l’oste

Rischioso fare i conti senza l’oste

Roma, 19 settembre 2017 -...

Cosa succede nella Capitale? Tedesca legata e violentata  nel parco di Villa Borghese. Terzo caso in tre giorni

Cosa succede nella Capitale? Tedesc…

Roma, 18 settembre 2017...

Serie A,  4a giornata 2017 - Prime fughe in serie A

Serie A, 4a giornata 2017 - Prime …

Roma, 17 settembre 2017...

Tenta di incendiare il portone del Comune. Indagini sulle motivazioni. Fermato

Tenta di incendiare il portone del …

Cesinali (AV) 17 settembr...

Racconti di sport. Voltati Eugenio

Racconti di sport. Voltati Eugenio

Roma, 17 settembre 2017  ...

Serie A - Anticipo 4a giornata

Serie A - Anticipo 4a giornata

(foto Lapresse) Roma, 16...

La stagione della IUC

La stagione della IUC

Una tavolozza di tinte ac...

Gli ungheresi di Roma e Lazio

Gli ungheresi di Roma e Lazio

Una bella mostra dell’Acc...

SOS sport italiano - Anche Calcio e Basket in crisi. Tutto da rifare

SOS sport italiano - Anche Calcio e…

Roma, 15 settembre 2017 -...

Prev Next

Buona Pasqua

dagostino buona pasqua logo 16 04 2017

Buona Pasqua


Disse l’abbacchio ar porco: “Amico mio,
nun è pe’ famme le questioni tue,
ma dato che de carne so’ pur’ io
la cosa c’interessa tutt’e due;

È vero semo gente de campagna,
un po’ burina e poco raffinata,
ma in de ‘sto paese de cuccagna,
solo pe’ noi la vita è disgraziata?

Solo pe’ noi, quanno che viè la festa,
Sarebbe come di’ li giorni belli,
la meijo ggentge dico quella onesta,
contenta un corno, affila li cortelli!

Che ‘ste porcate, scusa la parola, 
le fanno solamente li cristiani,
quelli ‘gnoranti e quelli co’ la scola,
li bipedi, inzomma, quelli umani.

“Amico?” disse er porco a mezza voce,
“Tutta ‘sta storia a me nun me ritorna,
è ‘na traggedia che pure a me me coce,
ije possano spuntà, scusa, le corna;

la situazione tua è più complicata;
a Pasqua e a Natale te se fanno;
io la questione l’ho un po’ migliorata
ije vado a genio ‘na sola vorta all’anno.

Stamme a senti’, capretto, amico caro
De mettemme co’ te non c’ho er coraggio
A ribellamme nun ce vado a paro,
Nun voijo fa’ a sarsiccia puro a maggio

"Francesco.D'Agostino@Diritti Riservati"

Ultima modifica ilDomenica, 16 Aprile 2017 11:39
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...