Menu
Mentre perdura la crisi idrica per la Capitale, indagano i Carabinieri Tutela Ambiente di Roma

Mentre perdura la crisi idrica per …

Avviso di garanzia per  P...

Undicesimo omicidio nel foggiano. Ucciso in rosticceria, davanti alla moglie. Aggredito e picchiato l'inviato di Rai2 Nello Trocchia

Undicesimo omicidio nel foggiano. U…

Ferito anche un giovane ...

Autunno Romano

Autunno Romano

Autunno Romano Quanno ...

Serie A TIM  - Calendario 2017-2018

Serie A TIM - Calendario 2017-2018

Roma, 26 luglio 2017 - È ...

Caracalla -  Nabucco di Verdi, 3^ opera per la stagione estiva del Teatro dell’Opera

Caracalla - Nabucco di Verdi, 3^ o…

Un Nabucco arrogante e bl...

Operazione '' 'ndrangheta stragista". Stragi del '90, arrestati boss

Operazione '' 'ndrangheta stragista…

Attentati ai carabinieri ...

Estradizione record dal Kenia. Arrestato a Nairobi il 19 luglio, Carlo Gentile è già in Italia

Estradizione record dal Kenia. Arre…

Il 12  luglio era stato c...

Invalido spacciatore, da gennaio arrestato per la quarta volta per spaccio. Otterrà la bambolina omaggio?

Invalido spacciatore, da gennaio ar…

Roma, 25 luglio 2017 - B....

Racconti di sport. Le parate mai fatte

Racconti di sport. Le parate mai fa…

Roma, 25 luglio 2017 -A...

L'Italia che brucia

L'Italia che brucia

(foto di Francesco Liturr...

Prev Next

Buona Pasqua

dagostino buona pasqua logo 16 04 2017

Buona Pasqua


Disse l’abbacchio ar porco: “Amico mio,
nun è pe’ famme le questioni tue,
ma dato che de carne so’ pur’ io
la cosa c’interessa tutt’e due;

È vero semo gente de campagna,
un po’ burina e poco raffinata,
ma in de ‘sto paese de cuccagna,
solo pe’ noi la vita è disgraziata?

Solo pe’ noi, quanno che viè la festa,
Sarebbe come di’ li giorni belli,
la meijo ggentge dico quella onesta,
contenta un corno, affila li cortelli!

Che ‘ste porcate, scusa la parola, 
le fanno solamente li cristiani,
quelli ‘gnoranti e quelli co’ la scola,
li bipedi, inzomma, quelli umani.

“Amico?” disse er porco a mezza voce,
“Tutta ‘sta storia a me nun me ritorna,
è ‘na traggedia che pure a me me coce,
ije possano spuntà, scusa, le corna;

la situazione tua è più complicata;
a Pasqua e a Natale te se fanno;
io la questione l’ho un po’ migliorata
ije vado a genio ‘na sola vorta all’anno.

Stamme a senti’, capretto, amico caro
De mettemme co’ te non c’ho er coraggio
A ribellamme nun ce vado a paro,
Nun voijo fa’ a sarsiccia puro a maggio

"Francesco.D'Agostino@Diritti Riservati"

Ultima modifica ilDomenica, 16 Aprile 2017 11:39
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...