Menu
Europa League 5° turno - En plein delle italiane!

Europa League 5° turno - En plein d…

Roma, 23 novembre 2015 - ...

Teatro Quirino – Sorelle Materassi con Lucia Poli e Milena Vukotic

Teatro Quirino – Sorelle Materassi …

Quel toscanaccio cinico e...

"Guerra e pace - dall’Isonzo ai giorni nostri"

"Guerra e pace - dall’Isonzo a…

Legnano, 23 novembre 2017...

Champions League  -  Juve e Roma rimandate!

Champions League - Juve e Roma ri…

Roma, 22 novembre 2017 - ...

III Edizione del Premio Sicurezza

III Edizione del Premio Sicurezza

Roma, 22 novembre 2017 - ...

Dopo 76 anni, incontro telematico fra Giuseppe Palagi e Luigi Solinas, gli ultimi due Leoni Carabinieri Reali Paracadutisti, reduci della battaglia di Eluet El Asel del 1941. VIDEO AMPIA GALLERIA FOTOGRAFICA

Dopo 76 anni, incontro telematico f…

Cronaca di un evento orma...

Champions League. Il Napoli resta in corsa

Champions League. Il Napoli resta i…

Con un grande secondo tem...

Champions League. Il Napoli resta in corsa

Champions League. Il Napoli resta i…

Con un grande secondo tem...

Champions League. Il Napoli resta in corsa

Champions League. Il Napoli resta i…

Con un grande secondo tem...

Con Amatrice nel cuore, il 5 dicembre  il  Maestro Zampieri accompagnerà la famosa virtuosa di Flauto di Pan, Andreea Chira

Con Amatrice nel cuore, il 5 dicemb…

Allo scopo di contribuire...

Prev Next

Attualita.it - Articoli filtrati per data: Giovedì, 28 Settembre 2017

Europa League 2° turno - Bene Atalanta e Lazio, che rischio per il Milan!

  • Pubblicato in Calcio

calcio Cutrone milan RijekaRoma, 28 settembre 2017 - Seconda giornata di Europa League, a completamento della settimana internazionale, con alterne fortune per le nostre squadre che portano a casa due vittorie ed un pareggio.

Rischi inenarrabili passati dal Milan, vincitore per 3-2 sui croati del Rijeka con reti di Andrè Silva, Musacchio, Acosty, Elez e Cutrone, che era in doppio vantaggio fino al 84' e che negli ultimi sei minuti si era visto rimontare la dote complici due errori marchiani di Bonucci e Romagnoli e che poi al 94' ha avuto la zampata di Cutrone per la definitiva e soffertissima vittoria.

Grande invece la prestazione dell'Atalanta sul campo del Lione, che l'anno scorso eliminò la Roma agli ottavi, in rimonta per 1-1, Traorè e Gomez, compiendo un'impresa se pensiamo che gli orobici hanno totalizzato quattro punti con le favorite del girone, sconfessando al momento gli scontati pronostici della vigilia.

La Lazio aveva l'impegno più facile ed ha regolato lo Zulte Waregem per 2-0, Caicedo e Immobile, giocando con una formazione zeppa di seconde linee schierate un po' per necessità ed un po' per dare minutaggio a quei giocatori che nell'arco della stagione devono dare conto di poter servire alla causa.

Milan e Lazio viaggiano a punteggio pieno, con la possibilità di poter gestire con più disinvoltura il cammino della qualificazione mentre l'Atalanta fa un pieno di autostima avendo già messo alle spalle compagini come Everton e Lione.

Da segnalare nel panorama generale le vittorie dell'Arsenal, 2-4 col Bate Borisov, del Nizza, nel girone della Lazio 3-0 al Vitesse, dello Zenit di Mancini, 3-1 sulla Real Sociedad e della Dynamo Kiev, 2-3 sul campo del Partizan.

Appuntamento al 19 ottobre per la terza giornata.

 

Leggi tutto...

Assisi – Omaggio all’Umbria presenta “Salomé” di Giuseppe Magrino con la regia semiscenica di Dario Argento

teatro dario argento salome omaggio umbriaDanza sull’onda mistica francescana
Alla presenza di Dario Argento regista, di Laura Musella direttrice artistica del progetto Omaggio all'Umbria e organizzatrice dell’evento, dell’autore P. Giuseppe Magrino, è stata presentata nel Salone d'Onore della Giunta Regionale di Palazzo Donini di Perugia l'opera lirica” Salomè” che sarà possibile apprezzare in prima mondiale sabato 14 ottobre nella Basilica Superiore di San Francesco di Assisi. L’evento ha potuto contare sulla presenza delle più importanti cariche politiche e religiose della Regione e   della presidenza della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.
Una inedita Salomé, dunque,  si appresta a ritrovare attualità ad opera di Padre Giuseppe Magrino, frate francescano direttore della Cappella Musicale della Basilica di San Francesco di Assisi. L’inquietante personaggio biblico, che l’immaginario raffigura danzante fra le ondate fragranti  di una rosa e di un giglio rosso, intenta con passi e saltelli, armoniosi e leggiadri, a far ondeggiare la veste preziosa cosparsa di fiori, mentre dai fianchi morbidi il cingi lombi manda intorno bagliori di porpora, riprende vita nell’opera lirica in un atto che Padre Magrino ha tratto liberamente dall’opera omonima che Oscar Wilde aveva pensato e scritto in francese per la diva Sarah Bernardt.  
Nella nuova opera l’allestimento, in forma semiscenica, sarà affidato al talento di  Dario Argento, con  il Maestro Pierini Calvia a dirigere l’orchestra de “I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino”, il cast dei solisti formato da giovani ma già affermati cantanti lirici umbri, e il Coro.
La sensibilità di un autore come Argento, regista di fama mondiale ma anche uomo colto e appassionato di musica, certamente permetterà di elaborare uno spettacolo nel rispetto della bellezza e della sacralità di un luogo straordinario e altamente significativo della cristianità nel mondo come la Basilica di San Francesco di Assisi, sottolineando la particolarità delle tematiche dell’opera dove religiosità, horror, ed erotismo si mescolano rimandando sfumature di perversione, blasfemia e necrofilia.
Elementi pruriginosi che fecero storcere il naso, in quella fine secolo all’insegna delle trasgressioni della belle époque, anche a Sarah Bernardt che non  interpretò mai il personaggio e che tuttavia rimasero nell’immaginario artistico collettivo e continuarono ad addensarsi come concrezione sulla biblica  κοράσιον, la fanciulla alla quale per prima la penna di Aubrey Beardslay aveva creato un volto e un corpo sinuoso, e che dal 1905 viveva di vita lirica nella splendida opera di Richard Strauss.
Certo, Wilde aveva tutt’altro obiettivo che presentare la principessa Salomé, assecondando il racconto evangelico di Matteo(14,1)  e di Marco (6,12).
La figlia di Erodiade, di cui si invaghisce lo zio e patrigno, nonché  re,  Erode Antipa, che per vederla danzare - celeberrima l’invenzione letteraria della conturbante danza a piedi nudi dei sette veli sul sangue sparso del Giovane Siriaco -, è disposto a macchiarsi di un delitto turpe: l’assassinio del profeta Johanaan (come suona nella lingua  antica il nome Giovanni), nella versione del frate cappuccino avrà ben altri referenti che quelli dell’originale e tormentato scrittore irlandese, né evocherà  il simbolismo della luna, la casta Artemide greca ammantata di verginità dagli esiti tragici, né la volontà di ridare linfa ai miti iniziatici di Iside, dove il potere femminile è al servizio della vendetta. Certamente sarà più rispettosa del profilo evangelico.  
L’allestimento e la produzione dell’opera “Salomé” si inseriscono perfettamente  nel calendario delle attività 2017 di “Omaggio all'Umbria” i cui temi fondanti sono la valorizzazione dei giovani musicisti, la promozione del patrimonio architettonico, artistico e naturalistico della regione e la solidarietà rivolta principalmente agli scopi umanitari dell’UNICEF.
“Omaggio all’Umbria”, è infatti un validissimo progetto di sviluppo culturale creato, e sostenuto infaticabilmente da Laura Musella che lo presiede, ha ottenuto nel corso degli anni l’entusiastico coinvolgimento dei più grandi direttori d’orchestra, molti giunti per la prima volta in Umbria, ed ha in Zubin Mehta il direttore testimonial, Salomé sarà sostenuta dal  Ministero dei Beni Culturali, dalla Regione dell'Umbria e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che ne farà anche un momento di celebrazione dei suoi 25 anni di attività.
La Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco offrirà oltre al suo patrocinio, la sua collaborazione, mentre Il Comune di Assisi e l'Unicef Italia offriranno il loro patrocinio.
 
Leggi tutto...

Racconti di sport: “Auguri Nuvola Rossa”

ciclismo gimondi 75Roma, 28 settembre  2017 - Compleanno storico, domani, per uno dei più grandi protagonisti dello Sport italiano perché “Nuvola Rossa”, al secolo Felice Gimondi, compie 75 primavere.
Nello scorso secolo, tra il ’65 ed il ’78, Gimondi fu un indubbio protagonista del ciclismo nazionale ed internazionale inserendosi in una ristretta cerchia di protagonisti che, specialmente  a quei tempi, nobilitarono la disciplina per tutto l’arco stagionale da marzo ad ottobre.
Il soprannome “Nuvola Rossa” gli fu affibbiato da Gianni Brera, per le sue riconosciute qualità di capo, a volte anche ruvido, di condottiero, delle squadre ciclistiche a Lui ricondotte come la Salvarani, di inizio carriera, e la Bianchi con cui arrivò al termine della stessa.
Brera era un colto specialista nel tratteggiare gli eroi dello Sport, basti pensare a “Rombo di Tuono” per Gigi Riva o “Abatino” per Gianni Rivera e non fece eccezione per Gimondi nell’accostamento al grande capo indiano dei Sioux Oglala vissuto nel diciannovesimo secolo.
Su Felice ho scritto diverse cose che potrete ritrovare nei “Racconti di Sport” o in “Leggende”, essendo stato uno dei miei idoli sportivi a cui ero più affezionato.
Gli anni ’60 per un ragazzino non erano certo gli anni di Internet o delle Playstation o dei mille canali televisivi o dei cellulari multiuso, per cui lo Sport o i fumetti o il cinema erano gli unici appigli per poter sognare o per identificarsi in qualche modello.
Lo Sport macinava personaggi dalle identità più disparate, il ciclismo poi si prestava molto alla creazione dell’eroe che oltre a battagliare con gli avversari doveva anche sfidare gli elementi naturali. La bicicletta, più del Calcio, aveva contribuito a sdoganare, con Gino Bartali e Fausto Coppi,  il nostro Paese dagli sberleffi, dagli insulti, dallo scherno, verificatisi dopo il secondo conflitto mondiale.
Gimondi, bergamasco d’acciaio figlio di una postina e di un camionista, si inserì in questo solco e diventò Campione proprio in Francia vincendo il Tour del ’65, suo primo grande trionfo al primo anno di professionismo, con la consacrazione definitiva l’anno successivo quando sbaragliò la concorrenza nella Parigi-Roubaix vincendo con più di quattro minuti di vantaggio, in una giornata da tregenda, coi giornalisti d’oltralpe che titolarono: “Gimondi comme Coppi”!
Felice è uno dei sei grandi corridori ad aver vinto Giro, Tour e Vuelta, oltre alle più grandi classiche del panorama internazionale compreso il Mondiale di Barcellona nel ‘73 col titolone del Corriere dello Sport che all’indomani scrisse: “Finalmente Lui, non Mercks”.
Come detto, le sue origini lo hanno portato a sviluppare un solido carattere, una tenacia fuori dal comune, una grande sopportazione della fatica non arrendendosi mai di fronte a Mercks; con tutto ciò il nostro in tredici anni di professionismo, nonostante la condivisione di gran parte della carriera col “cannibale”, ha centrato oltre 140 successi.
Augh, grande capo Nuvola Rossa!  
Leggi tutto...

Funghi si, ma in sicurezza e tutela dell'ambiente con i consigli dei Carabinieri Forestale

cc forestali 2I Carabinieri Forestali impegnati nei controlli sulla corretta raccolta dei funghi e nella ricerca e soccorso a cercatori dispersi nei boschi

Roma, 28 settembre 2017 -  Con la fine dell'estate è giunta la stagione dei  funghi. L'avventurarsi nei boschi, però, deve essere fatto seguendo alcuni pratici consigli che giungono dal Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Parma,  Colonnello Pierluigi Fedele, esperto micologo.

"Raccomandiamo particolare cautela! Gli ambienti naturali dove crescono i funghi possono nascondere dei pericoli" dice il Colonnello Fedele, aggiungendo che  "negli ultimi anni sono più i decessi di cercatori che hanno avuto incidenti nei boschi di quelli avvelenati da funghi" quindi  innanzitutto l’incolumità dei cercatori  ma abbinata al rispetto dell’ambiente, ribadendo che la raccolta dei funghi è comunque subordinata ad obiettivi di conservazione dell’integrità territoriale e del mantenimento degli ecosistemi. "I funghi sono una componente importante per gli equilibri naturali del bosco: raccogliamoli con criterio, rispettando le norme".

Chi  ama la natura ed in particolare chi ama andare per boschi a cercare funghi, deve assumere un comportamento adeguato e rispettoso, evitando di perturbare gli equilibri con comportamenti inopportuni. Non è raro infatti trovare funghi danneggiati, oppure gettati via dopo essere stati raccolti, a seguito di dubbi o ripensamenti circa la loro commestibilità.

Bisogna ricordare che la raccolta e la commercializzazione dei funghi sono disciplinate da leggi nazionali, regionali o dai regolamenti locali che indicano le specie, le dimensioni e il quantitativo massimo di funghi che si possono raccogliere, oltre al calendario dei giorni in cui questa attività è consentita. Tali norme vietano la raccolta dei funghi in alcune aree protette  e la raccolta nelle ore notturne su tutto il territorio, sia per la salvaguardia dei funghi stessi, sia per motivi di sicurezza.

In alcune Regioni è obbligatorio il possesso di un tesserino autorizzativo, previa frequenza di uno specifico corso micologico, è comunque necessario informarsi localmente sulle modalità di raccolta nei luoghi abitualmente frequentati.  Le violazione delle norme comportano sanzioni di tipo amministrativo che variano a seconda dell’illecito commesso e prevedono la confisca dei funghi raccolti.

Alcuni consigli utili dettati dall'Arma ai cercatori:

1. Documentarsi sull'itinerario e scegliere i percorsi adatti alle proprie capacità fisiche;

2. Comunicare i propri spostamenti prima di intraprendere l'escursione;

3. Evitare di inoltrarsi da soli nel bosco, la presenza di un compagno è garanzia di un primo soccorso;

4. Consultare, prima della partenza, i bollettini meteorologici e osservare costantemente sul posto l'evoluzione delle condizioni atmosferiche. In caso di mal tempo non sostare in prossimità di alberi, pietre ed oggetti acuminati perché potrebbero attirare fulmini;

5. Scegliere l'abbigliamento e l'attrezzatura idonea: si consigliano calzature da trekking, indumenti resistenti e leggeri su più strati da mettere e da togliere a fronte delle diverse situazioni, cellulare, torcia e coltellino da funghi;

6. Astenersi sempre dalla raccolta di funghi dei quali non si è certi della commestibilità, in caso di dubbi sottoporre il raccolto agli Ispettorati Micologici delle Aziende Sanitarie Locali;

7. Il raccolto giornaliero non deve superare il limite previsto per legge;

8. Non utilizzare rastrelli o uncini che possano danneggiare il micelio;

9. Pulire immediatamente il fungo dai residui di rami, foglie e terriccio per garantire la sua integrità;

10. I funghi raccolti, preferibilmente solo esemplari freschi e giovani,  devono essere trasportati in contenitori rigidi ed areati. L'utilizzo di sacchetti di plastica non permette infatti la diffusione delle spore fungine nel bosco. La mancanza di areazione causa il deterioramento del prodotto;

11. In caso di necessità contattare il 1515, numero di Emergenza Ambientale dell’Arma dei Carabinieri.

Leggi tutto...

Almanacco del 28 settembre 2017

almanacco new 3
alman farfalla su greca
OGGI
Giovedì, 28 Settembre 2017
271º giorno del calendario gregoriano.
Mancano 94 giorni alla fine dell'anno.
alman farfalla su greca
NASCE
1958: Aldo Baglio, attore e comico (Aldo, Giovanni
 e Giacomo: Fuga da Reuma Park)
1958 - Lory Del Santo, showgirl e attrice
(Grand Hotel Chiambretti )
1970: Eleonora Ivone, attrice (Maldamore)
1977: Dario Brunori, cantautore (2017 - "Targa Tenco"
 migliore canzone singola "La verità") .
1977: Alessandro Sampaoli, attore e comico (Bar Sport)
MUORE
2001 - Mario Mellier, compositore, pianista e paroliere.
Ha depositato alla Siae oltre 390 canzoni (n. 1914)
2008: Sandro Palmieri, attore
(La stagione dei delitti) (n. 1963)
2012 - Pier Luigi Vigna, magistrato, procuratore
nazionale antimafia 1997-2005 (n. 1933)
2013: Carlo Castellaneta, scrittore e giornalista. Dal suo
romanzo "Notti e nebbie" fu tratta l'omonima
miniserie televisiva (n. 1930)
2015 - Francesco Antonio Manzoli, medico e scienziato,
Direttore Istituto Superiore Sanità  (n. 1938)
STRANIERI
1934: nasce Brigitte Bardot, attrice  ex modella e
cantante francese, animalista (E Dio creò la donna)
1983: nasce Sarah Wright, attrice statunitense
(Barry Seal - Una storia americana (American Made)
1987: nasce Hilary Duff, attrice, cantante e scrittrice
statunitense (Flock of Dudes)
1997: muore  He Feng-shan - diplomatico cinese,
console a Vienna tra Giugno 1938 e Ottobre 1940.
Rischiando la vita e la carriera,  si impegnò con tutte le
sue forze per salvare circa 3.000 ebrei dalla deportazione
nei campi di concentramento nazisti. Nel 2000, gli è stato
conferito il titolo di "Giusto tra le Nazioni ". (n.1901)
2012: Michael O'Hare, attore statunitense, noto come
comandante Jeffrey Sinclair nella serie televisiva di 
fantascienza "Babylon 5" (n. 1952)
2016: muore Agnes Nixon, produttrice televisiva e autrice
televisiva statunitense, soprannominata la "regina delle
soap opera" (La valle dei pini.) (n. 1922)
alman farfalla su greca
ACCADDE
551 a.C. – Nasce nello stato di Lu, in Cina, Confucio.
Diverrà il maggior filosofo cinese, maestro di etica
e di rispetto dell'autorità.
1394 – Elezione dell'antipapa Benedetto XIII
1928 – Viene istituita la Federazione Italiana Rugby (FIR)
1951 – Scoperta di un satellite di Giove, Ananke
1957: muore  Alberto Ascoli,  patologo e igienista,
sviluppò - fra l'altro - la profilassi antitubercolare
(fondò l'Istituto Vaccinogeno Antitubercolare) (n.1877)
1994 – Il traghetto Estonia affonda nel Mar Baltico,
852 morti
2000 - Referendum in Danimarca: col 53,1% dei voti,
prevalgono i "no" alla proposta di adozione dell'euro
2003 - L'Italia rimane al buio a causa di un colossale 
black out, per un guasto tecnico in Svizzera
2015- In Europa avviene l'ultima eclissi lunare della
tetrade, che per una coincidenza astronomica cade nel
perigeo lunare, il punto più vicino alla Terra del nostro
satellite, tanto che si parla di eclissi di Superluna.
alman farfalla su greca
TEMPO AL TEMPO
2010 - In Messico una frana travolge una cittadina, più di
300 le case sepolte, oltre 100 i dispersi. La frana è stata
causata dalle piogge torrenziali causate dal passaggio
delle tempeste "Karl" e "Matthew".
alman farfalla su greca
LA CHIESA RICORDA
Santi e Beati
S. Venceslao di Boemia,
B. Bernardino da Feltre, S. Fausto
alman farfalla su greca
SIGNIFICATO DEI NOMI
FAUSTO, FAUSTA - Dal latino=propizio, lieto - Questo
nome ricorda il leggendario personaggio tedesco,
immortalato da Goethe e da Gounod nell'opera «Faust »
e da Boito nell' opera « Mefistofele
Scegliete tranquillamente questo nome per il vostro
primogenito che apporterà alla vostra famiglia fortuna,
felicità, e prosperità.
alman farfalla su greca
PROVERBIO
Il troppo zucchero,
 guasta le vivande
alman farfalla su greca
 AFORISMA
Non importa quanto vai piano,
l'importante è che non ti fermi.
[Confucio]
alman farfalla su greca
IL LINGUAGGIO DEI FIORI
Il significato di Crescione dei Prati è...
- Errore paterno
alman farfalla su greca
LA FRASE DEL GIORNO
L'amore è un bene che
rende leggero ogni cosa pesante
e sopporta ogni cosa difficile.
(Imitazione di Cristo)
alman farfalla su greca
FRASE ZEN
17. Non esistono amici privi di difetti;
cercando in loro le imperfezioni, rimarrai senza amici
alman farfalla su greca
MASSIMA DEL GIORNO DIVERTENTE
Nel bosco:
- Mi scusi, ma cosa ci fa dentro a un albero?".
- Mi hanno licenziato... in tronco!"
alman farfalla su greca
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...